Sinisa Mihajilovic e il Natale: la frase sulla famiglia fa commuovere tutti. Chapeau!


La vigilia di Natale si avvicina e con essa anche la voglia di stare tutti insieme, attorno a un tavolo imbandito. Sarà così anche per il grande Sinisa Mihajlovic. Il tecnico a poco a poco sta tornando alla vita normale dopo la fase più dura della battaglia contro la leucemia che non è ancora finita. Dopo aver completato il ciclo di cure con il trapianto del midollo, il mister serbo ha ritrovato il suo posto in panchina, togliendosi nell’ultimo turno la soddisfazione di battere l’Atalanta.

In occasione della cena di natale del Bologna, un sorridente Mihajlovic è tornato a parlare della lotta contro la malattia, ringraziando tutti alla sua maniera per l’affetto ricevuto. In occasione del classico appuntamento della cena di Natale organizzato dal club, Sinisa Mihajlovic ha parlato delle sue condizioni di salute. A poco a poco, l’allenatore del Bologna sta cercando di ritrovare la quotidianità dopo aver completato tre cicli di cure ed essersi sottoposto al trapianto di midollo. Continua a leggere dopo la foto








Queste le belle parole del tecnico che ha sottolineato l’importanza della famiglia negli ultimi mesi: “Cercavo di trovare la forza anche negli altri, la battaglia sta andando bene – ha riportato Radio Nettuno, network ufficiale dei rossoblu -. Stiamo attraversando il periodo più bello dell’anno, ovvero il Natale. Pensiamo che la famiglia sia una cosa scontata, tante volte non le diamo peso, ma quando ti ritrovi nella mia situazione capisci che avere una famiglia solida è fondamentale”. Continua a leggere dopo la foto






Una famiglia che a detta di Mihajlovic si è allargata in maniera esponenziale dopo l’annuncio della malattia. Una mole di affetto eccezionale per il mister che inevitabilmente non si è sentito mai solo, in questo periodo difficile: “Fortunatamente con questa malattia ho allargato la mia famiglia, ringrazio di cuore la mia società, partendo dal presidente, passando per la dirigenza, lo staff, i giocatori, i dottori, i magazzinieri e i giardinieri. Tutti mi hanno dimostrato affetto”. Continua a leggere dopo la foto



 


Il “guerriero” Mihajlovic però non si smentisce. Pensiero fisso anche sul lavoro e su un Bologna che deve fare ancora meglio. L’obiettivo del 2020 a detta del mister serbo è quello di scalare ulteriormente la classifica, magari grazie anche ad alcuni innesti sul mercato. Miha infatti riserva un messaggio al suo patron: “Speriamo l’anno prossimo di ottenere risultati migliori, fare meglio del decimo posto. Dipende anche dal presidente”. Forza Sinisa!

Ti potrebbe anche interessare: Dopo “Ognuno è perfetto” Gabriele Di Bello è una celebrità. Ma ecco dove lo abbiamo rivisto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it