Lutto nel mondo dello sport. Se ne è andato a soli 31 anni un campione italiano che con la sua bravura ci ha fatto sognare. La sua tragica morte è avvenuta durante un allenamento davanti agli occhi dei suoi compagni. Il cordoglio degli fan corre sul web


 

Ha perso la vita in un tragico incidente, Alexander Polli aveva solo 31 anni e aveva consacrato la vita alla sua più grande passione. Il giovane italo-norvegese era un basejumper di fama mondiale e nella tarda mattinata di oggi si è verificato il fatale incidente in cui ha trovato la morte. I soccorritori sono stati avvertiti dai compagni di volo che hanno assistito all’impatto. Il fatto è avvenuto Chamonix, in Francia, nella zona del Brévent, a circa 1.500 metri di altitudine. Da quanto si è appreso, Alexander Polli era in volo con la tuta alare per un’esercitazione.

Tantissimi i messaggi di cordoglio pubblicati sulla pagina Facebook di Polli dopo che si è diffusa la tragica notizia.
(Continua a leggere dopo la foto)







 


La PGHM (Gendarmeria di alta montagna) è stata avvertita alle 10.55 dal gruppo di sportivi che si trovavano con Polli. All’arrivo dei soccorsi , verso le 11.08, il 31enne era ancora cosciente ma la gravità delle sue feriteà non ha permesso al medico di urgenza arrivato sul posto di mantenerlo in vita.

(Continua a leggere dopo la foto)




Lo sportivo è morto schiantandosi contro un albero, sbattendo violentemente la testa e provocandosi una gravissima emorragia interna. L’impatto potrebbe avere avuto luogo, secondo i primi risultati dell’inchiesta, nel momento in cui stava effettuando una figura chiamata “caduta verticale”.
(Continua a leggere dopo la foto)


Polli, soprannominato “lo scoiattolo volante, era nato in Norvegia nel 1986, ed era molto noto nell’ambiente degli sport estremi anche per essere il fondatore del “Morals Arrivederci”, un gruppo di sportivi conosciuti per i loro spettacolari video diffusi su internet.  Nel 2014 era anche stato invitato a parlare delle sue imprese ne programma di Fabio Fazio “Che tempo che fa”. La sua morte arriva a qualche giorno di distanza da un incidente analogo in cui ha perso la vita il basejumper Uli Emanuele, 30enne altoatesino. Il giovane si trovava in Austria per effettuare le riprese di un nuovo video.

Ti potrebbe interessare anche: Vi ricordate Breivik, il mostro di Utoya che uccise 77 persone in Norvegia? A 5 anni dalla strage arriva la sua decisione (che farà infuriare). E questa volta, purtroppo, potrebbe avere ragione…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it