Cosa dobbiamo aspettarci dalla seconda metà del campionato per il Napoli?


Nonostante il mercato in linea con le attese, la squadra di Ancelotti quest’anno fatica ad ingranare per diverse ragioni. Tuttavia, dopo aver superato il punto di rottura, la squadra potrebbe fare un buon girone di ritorno, specialmente in caso di calendario favorevole. Ecco le indiscrezioni sul mercato invernale e su come verrà affrontata la seconda metà di campionato

Sarà che quest’anno le due pretendenti allo scudetto stanno concedendo veramente poco alle altre, sarà che alcune squadre hanno avuto un exploit incredibile – ad esempio il Cagliari –, è certo che il Napoli non è riuscito ad emergere in questa prima parte di campionato. Attualmente la squadra di Ancelotti non vince in campionato da quattro partite, e – visto l’epilogo turbolento di alcune di queste – le polemiche tardano ancora a placarsi.

A pesare sugli animi degli azzurri sono stati anche gli impegni europei, veramente dispendiosi in fatto di forze impiegate. Molti, però, hanno l’impressione che dopo l’improvvisa rottura data dal caso del ritiro di Castel Volturno e i provvedimenti presi dal presidente De Laurentiis le cose potrebbero cambiare. È abbastanza improbabile, infatti, immaginare una vera e propria “epurazione”, ma comunque era già scontato che alcuni pezzi della squadra potessero essere venduti già a Gennaio, per incamerare risorse da reinvestire.







Mercato invernale Napoli: tutti i probabili acquisti

È certo che per muoversi sul mercato, la squadra deve fare assolutamente cassa. Ciò può avvenire solo con la vendita di un big che potrebbe essere Mertens o Callejon, ormai giunti alla fine di un lungo ciclo. I nuovi arrivati durante la sessione estiva stanno facendo indubbiamente bene, ma ci sono alcuni reparti da mettere a posto il prima possibile. Il centrocampo, ad esempio, potrebbe fare un salto di qualità con Gaetano Castrovilli, talento della Fiorentina che il club partenopeo cerca ad ogni costo di portare a Napoli.

A centrocampo potrebbe arrivare anche Sandro Tonali, giovanissimo giocatore del Brescia che potrebbe essere ceduto al miglior offerente in caso di retrocessione della squadra: sulle sue tracce anche Roma e Juventus.

Il sogno, sempre più improbabile, rimane comunque Zlatan Ibrahimovic: il giocatore tornato dagli Stati Uniti potrebbe essere un acquisto d’oro nella finestra di mercato invernale. Da valutare soprattutto il rebus allenatore, di cui si parlerà poco avanti: bisogna considerare che se Ancelotti dovesse decidere di andar via, alcuni giocatori di calibro potrebbero seguirlo.

Sono probabilmente queste le voci che hanno spinto il figlio del presidente De Laurentiis a scagliarsi contro la attuale rosa, rimpiangendo i cosiddetti “vecchi tempi”. Queste le parole riportate da siti di news calcio Napoli:

I giocatori di oggi sono professionisti che guadagnano fior di milioni, sono dipendenti a tutti gli effetti di aziende: a quest’ultime e soprattutto ai tifosi dai quali sono pagati, devono portare rispetto, rispetto, rispetto! Resto avvilito di fronte a tali atteggiamenti sbagliati.

Chi sarà il successore di Ancelotti?

Quasi sicuramente il tecnico finirà l’attuale stagione, visto che c’è ancora molto da fare e le possibilità non mancano. Tuttavia iniziano già a circolare nomi per la panchina della prossima stagione. De Laurentiis ha abituato i tifosi a grandi nomi internazionali: non si può biasimare, quindi, chi ha messo gli occhi sulla suggestione Pochettino, l’allenatore del Tottenham recentemente esonerato. Per questo, comunque sembra ancora presto: non resta che aspettare gli sviluppi del secondo girone di Serie A.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it