Quel ragazzone che vedete in piedi sugli spalti è diventato il tifoso più famoso delle ultime ore. Sul volto i colori della Spagna e sul petto quella scritta che ha incuriosito i giornalisti di tutto il mondo. Una storia bellissima


 

Mentre sono in corso gli Europei di calcio, la storia di un tifoso sta facendo il giro del web in queste ore. È una storia bellissima che arriva dalla Spagna e che vede protagonista un 19enne che si chiama Miguel Machado. Anche lui, come tantissimi suoi connazionali, ieri era seduto sugli spalti per assistere alla partita e tifare la nazionale di Vincente Del Bosque – che ha strapazzato la Turchia grazie a una doppietta di Morata e il gol di Nolito e conquistato così l’accesso agli ottavi di finale – e ora vi spieghiamo perché è un tifoso speciale.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

È originario di Granada Miguel ed è un habitué dello stadio della sua città, dove va sempre con il padre e il fratello. La particolarità è questa: Miguel è cieco dalla nascita ma nonostante questo non rinuncia a seguire la sua squadra e la sua nazionale. La sua foto sugli spalti dell’Europeo francese a Nizza è apparsa su tutti i giornali. Sul petto la scritta ”No veo, pero te siento”, ovvero ”Non ti vedo ma ti sento”. È o non è la dichiarazione d’amore più bella mai sentita da un tifoso?

(Continua a leggere dopo la foto)


”Mi piace lo stadio, canto e salto. È vero, non vedo, ma ho una capacità, quella di ‘sentire’ il calcio. Sono molto felice di averlo, di sentire alcuni colori, anche se non ho mai visto un colore”, ha poi spiegato Miguel alla radio spagnole Cadena Cope.

(Continua a leggere dopo la foto)


Il ragazzo è stato accompagnato agli Europei dal fratello Pepe. Di lui ha parlato anche il selezionatore Vicente Del Bosque, intervenuto durante la trasmissione, che lo ha ringraziato per ”accompagnare la Spagna nel suo cammino”.

Potrebbe anche interessarti: Altro che Fantozzi: l’Italia è in campo per l’attesissima sfida con la Svezia, ma per qualcuno seguire la partita è stata una vera impresa. Scatti incredibili