È morta in un terribile incidente. Choc nel mondo dello sport, aveva solo 36 anni


l mondo dei motori piange Jessi Combs. La donna più veloce del mondo su quattro ruote è morta in un incidente nell’Alvord Desert in Oregon, mentre provava a battere il suo stesso record con un Jet-Car. Aveva 36 anni. La donna, nata il 27 luglio del 1983 era un volto noto tra gli appassionati di motori. Dal 2005 al 2009 era stata la conduttrice del reality show ‘Xtreme off-road 4×4’ programma in cui gli ospiti insegnavano come modificare i veicoli per aumentarne le prestazioni.

Aveva realizzato oltre 90 episodi in 4 anni. Volto noto anche in televisione, dove spesso era stata ospite in trasmissioni sul mondo dell’automobile e della velocità negli Stati Uniti. Il 9 ottobre 2013, Combs ha guidato la North American Eagle (NaE) Supersonic Speed Challenger nel deserto di Alvord, stabilendo il record di velocità terrestre a 4 ruote femminile con una corsa ufficiale di 398,954 mph (632 km/h) e una velocità massima di 709 km/h (440,709 mph). (Continua a leggere dopo la foto)



Il 7 settembre 2016 Combs ha fissato una nuova velocità massima pari a 477,59 miglia orarie guidando la Other American Eagle. Da pilota professionista, Combs ha partecipato a numerosi eventi ottenendo diversi successi. Ha vinto l’Ultra 4 King of the Hammers nel 2014 e nel 2016, il Rallye Aicha des Gazelles nel 2015, l’Ultra 4 National Championship nel 2014, il Serie Ultra 4 Western Region e l’ Ultra 4 Stampede Legends Class nel 2014. (Continua a leggere dopo la foto)


Il primato, però, non fu mai convalidato in via ufficiale per via di un problema meccanico. Numeri da brivido che, però, hanno spinto la 39enne a risalire a bordo della sua auto con motore a reazione per tentare di ritoccare verso l’altro quell’asticella. «Le cause dell’incidente, avvenuto sul letto di un lago secco, restano sconosciute e sono oggetto ora di una inchiesta», ha dichiarato lo sceriffo della Contea Harney nel dare la notizia della morte della 39enne. (Continua a leggere dopo la foto)


 

E se le informazioni risultano ancora incomplete, per il momento si sa che Jessi Combs si trovava a bordo della North American Eagle, una vettura-jet (lunga 17 metri) su cui era installato un motore a reazione capace di generare la potenza di oltre 45.500 cavalli. Le vittorie con le Hammers le avevano fatto guadagnare il soprannome “Queen of Hammers” (Regina delle Hammers) Pochi giorni fa aveva postato una foto con la Jet-Car con cui si preparava per battere il suo ultimo record.

Muore dopo un incidente stradale, in auto aveva 14mila euro in contanti