”È di nuovo in ospedale”. Paura per il grande campione, leggenda internazionale dello sport. Cosa è accaduto


 

Il 74enne campione olimpico statunitense di pugilato, è stato ricoverato in un ospedale di Phoenix, Arizona, per problemi respiratori, resi più acuti dal morbo di Parkinson che gli è stato diagnosticato dagli anni ’80.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Stiamo parlando di Muhammad Ali, tra i più apprezzati sportivi della storia, vincitore dell’oro Olimpico ai Giochi di Roma nel 1960 come pugile professionista, noto anche per la sua conversione all’Islam; per avere rifiutato di combattere nella Guerra del Vietnam e per essersi dedicato, dopo il ritiro dal mondo sportivo nel 1981, alle grandi azioni umanitarie.

All’attivo anche 4 matrimoni, sette figlie e due figli.

(Continua a leggere dopo la foto)


Bob Gunnell, portavoce della famiglia, ha dichiarato che il ricovero era già programmato da tempo e che le condizioni della leggenda della boxe non sarebbero gravi, tanto che potrebbe tornare a casa entro pochi giorni. Poche ma rassicuranti le parole del portavoce, nel tentativo di tranquillizzare i fan del campione preoccupati per il suo stato di salute ormai precario da diversi anni. Negli ultimi tempi, infatti, più volte Muhammad Ali ha avuto problemi di salute, nel 2014 la corsa in ospedale a causa di una polmonite, mentre nel 2015 una grave infezione.

(Continua a leggere dopo la foto)


L’ultima apparizione in pubblico di Ali è stata il 9 Aprile scorso in occasione di una serata di raccolta fondi contro il Parkinson dove è sembrato estremamente debole. In precedenza, l’ultima occasione ufficiale fu lo scorso ottobre nella sua città natale Louisville nel Kentucky, in occasione del tributo Sports Illustrated, dove era in compagnia dei suoi leggendari avversari George Foreman e Larry Holmes. 

Leggi anche: Paura per il noto volto televisivo. Resta vittima di un brutto incidente e finisce in ospedale. Cosa gli è accaduto e, soprattutto, chi è