Sta accadendo in questo momento a Cagliari. Migliaia di persone in strada nel cuore della notte. Ecco cosa è successo…


 

Il Cagliari è tornato in Serie A. La città al fischio di chiusura della partita, 3-0 al Bari, esplode di gioia. Tutti per strada. Clacson, video, coretti. Uno sciame in festa per un gruppo che dal debutto del 7 settembre scorso (4-0 al Sant’Elia con il Crotone) è sempre stato in testa o secondo in classifica. In attesa del rientro della squadra, una sorta di movida per acclamare il rientro tra le big. Un mondo condensato di emozioni, ansia, fatica.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

Massimo Rastelli ha guidato una squadra giovane capace all’andata di reggere la marcia casalinga delle big europee, meglio di Napoli e Barcellona e un filino sotto il Bayern con tredici risultati utili di fila e 37 punti su 39. Il clou per la tifoseria? Il Sant’Elia al completo e felicemente al fianco di Storari e soci nell’ultimo vittorioso match (3-0) del 2015 con la Pro Vercelli. Numeri che hanno certificato l’approdo in A senza passare dall’inferno dei playoff. E non solo.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

Nella seconda parte della stagione l’incantesimo mostra qualche crepa. Filotto di cinque vittorie di fila (Ternana, Entella e Pescara in casa, Avellino e Latina fuori), la doppietta in trasferta con le perle colte in sequenza a Vicenza e Modena. Ma ci sono anche i tre ko di fila al Sant’Elia con Novara, Perugia e Spezia. Seguite dai pareggini, match ball falliti per la promozione matematica, con le ultime della classifica, Como, Lanciano e Livorno. In mezzo il set (6-0) con il Brescia. Quanto basta per l’identikit di una squadra che negli ultimi mesi mostra braccino corto, carenza di carattere e mestiere. Capita. Ma quel che conta è aver centrato l’obiettivo. “Se ci avessero detto che a tre giornate dalla fine saremmo stati con 8 punti di vantaggio sulla terza, tutti avremmo messo la firma” le parole di Rastelli alla vigilia della gara del San Nicola. Di fatto, analisi puntuale. La A è realtà. 77 punti: 23 vittorie (record, come Zola e soci nel 2003-04) di cui 9 al ritorno, 8 pareggi – 4 al ritorno – e 9 sconfitte – 6 al ritorno, 73 gol fatti e 40 subiti. Bentornato in Serie A, Cagliari!

 

 

Il fascino antico di Cagliari e la sua anima festosa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it