Gianluca Vialli e il cancro. L’ex calciatore parla della malattia: “Ce la sto mettendo tutta”


Gianluca Vialli, indimenticabile per chi ha nostalgia di un calcio che appariva meno ‘stellare’ ma più umano. Da mesi i suoi ex tifosi, ma non solo loro, sono in ansia per le sue condizioni di salute. Gianluca Vialli malato di cancro: questa è la notizia su di lui che ha scosso tutti. Lui stesso ha rivelato la sua malattia, che sta affrontando con coraggio. “Oggi sto bene ma ancora non so come finirà la partita”, ha detto in una recente intervista al Corriere della Sera l’ex calciatore che oggi è un commentatore sportivo popolare in televisione.

“Un’esperienza – continua Gianluca Vialli – di cui avrei fatto volentieri a meno. Ma non è stato possibile… E allora l’ho considerata semplicemente una fase della mia vita che andava vissuta con coraggio e dalla quale imparare qualcosa. Sapevo che era duro e difficile doverlo dire agli altri, alla mia famiglia. Non vorresti mai far soffrire le persone che ti vogliono bene: i miei genitori, i miei fratelli e mia sorella, mia moglie Kathryn, le nostre bambine Olivia e Sofia”. Un momento davvero delicato. Ma ora è tornato a parlare. (Continua dopo la foto)
 



La battaglia di Gianluca Vialli contro il cancro continua e “procede bene”. A dirlo è lui ritirando il premio “Il bello del calcio”, in ricordo di Giacinto Facchetti. “Mi immagino che quando la giuria ha deciso di premiare me, avranno detto ‘diamolo a Vialli, che magari l’anno venturo è troppo tardi. A proposito di cancro, io sto bene, tutto procede bene. Non è stato un periodo bellissimo, ce la sto mettendo tutta e mi sto preparando meglio rispetto a quando giocavo a calcio. Ce la sto mettendo tutta e credo che dovrete sopportarmi per molto tempo”. (Continua dopo le foto)



 

“Ero veramente forte – ha detto a proposito del premio assegnatogli – Finora mi hanno detto che ero simpatico al massimo, ma visto che prima il premio “Il Bello del calcio” è andato a Zola… me lo sono meritato. Devo molto al calcio: ho comprato la mia prima casa, la mia prima macchina e soprattutto ho perso la mia verginità”. A proposito del calcio attuale, invece, Vialli ha detto: “Il Var mi avrebbe messo nei casini”.

Francesco Facchinetti, caos e gelosia al ristorante. La moglie aggredisce la ‘Bonas’