Gianfranco Zola ricoverato: cosa è successo all’ex campione del calcio italiano


Paura per il vice allenatore del Chelsea, Gianfranco Zola, idolo dello Stamford Bridge e dei tifosi del Cagliari, che è nuovamente ricoverato in ospedale a Londra in seguito a delle complicazioni post intervento a cui era stato sottoposto per la presenza di calcoli biliari. Era già mancato per la sfida persa contro il Manchester United lunedì sera in FA Cup, ora non si conoscono i tempi di recupero dello stesso ex attaccante, che dunque rende ancora più complicato il lavoro di Sarri.

Sarebbe rientrato oggi in panchina per la sfida dei Blues al Malmoe nel ritorno dei sedicesimi di Europa League (si riparte dal 2-1 per il Chelsea ottenuto all’andata). Secondo quanto riferisce la stampa inglese, ripresa dal quotidiano L’Unione Sarda, il 52enne di Oliena sarebbe dovuto rientrare per la partita di Europa League di ieri con il Malmo poi vinta dai londinesi 3-0 grazie ai gol di Giroud, Barkley e Hudson Odoi. (Continua a leggere dopo la foto)







Tuttavia, l’ex attaccante dei Blues è rientrato in ospedale per delle problematiche ancora non del tutto chiare. Nessuna ipotesi riguardo un possibile rientro. La sua avventura nella capitale inglese è inizia a luglio 2018 con la squadra che sta andando bene in coppa, ma decisamente male in campionato dove si trova sesta a 50 punti dietro Manchester City, Liverpool, Tottenham, Manchester United e Arsenal. (Continua a leggere dopo la foto)




Il club ha anche subito recentemente una limitazione riguardante le prossime due sessioni di mercato a causa di irregolarità nei trasferimenti. Considerato uno dei maggiori talenti calcistici italiani degli anni 1990 e 2000, Gianfranco Zola è stato un giocatore della nostra Nazionale, arrivando secondo a Usa 1994. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Complessivamente, con la maglia azzurra ha collezionato 35 presenze e 10 gol, mentre tra le squadre di club è stato una bandiera di Napoli, Parma e Chelsea, chiudendo la sua carriera a Cagliari. Da giocatore ha vinto praticamente tutto a livello nazionale e internazionale, mentre a livello personale è giunto sesto nella classifica del Pallone d’Oro 1995.

Ricordate così Brigitta Boccoli? Erano gli anni ’80. Com’è oggi e che fine ha fatto

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it