Emiliano Sala, l’audio WhatsApp al calciatore scomparso: “L’aereo cade a pezzi, che paura…”


Il ritorno a Nantes per un ultimo saluto ai compagni, poi la partenza per Cardiff per iniziare la nuova avventura in Premier League. Un viaggio che per Emiliano Sala potrebbe essersi trasformato in tragedia. Da martedì sera non ci sono infatti più notizie del piccolo aereo da turismo su cui era bordo il centravanti argentino, scomparso improvvisamente dai radar al largo di Alderney.

Adesso spunta un inquietante retroscena. Pare che Emiliano Sala avesse predetto l’incidente. Sala è sull’aereo che dovrà trasportarlo a Cardiff. E proprio da lì manda un messaggio vocale, venuto in possesso della stampa argentina e in particolare del ‘Clarin’. È tutto sommato tranquillo, sbadiglia, descrive le proprie incombenze. Ma poi, quasi si sentisse che il peggio sta per accadere, parla delle condizioni precarie del velivolo. A rendere noto l’audio è l’ex compagno di squadra, Diego Rolan, ora in forza al Leganes ma che con l’ex Nantes aveva condiviso gli anni a Bordeaux. (Continua a leggere dopo la foto)








”Sono sotto choc – ha detto il centrocampista a ‘The Voices of Soccer’ – ho ricevuto un messaggio che Emiliano aveva inviato a un amico e gli ha detto che era molto spaventato dall’aereo, che se non l’avessero trovato sapevano cosa gli era capitato. Ha predetto cosa gli sarebbe successo”. ”Sono stanco morto. Sono stato a Nantes – esordisce Sala nel messaggio whatsapp – per fare mille cose, non finivo più. Ora sono sull’aereo che tra un po’ cade a pezzi. Sto andando a Cardiff, domani pomeriggio iniziamo ad allenarci. Vediamo cosa succederà. Se tra un’ora e mezza non avrai mie novità, non so se manderanno qualcuno a cercarmi, non credo mi troveranno mai. Mamma mia che paura!”. (Continua a leggere dopo la foto)





Parole che lette adesso mettono i brividi. L’aereo di cui parla Sala che lo stava trasportando a Cardiff per la sua nuova esperienza in Premier League è ancora disperso. Nel pomeriggio di martedì 22 gennaio la polizia di Guernsey ha sospeso le ricerche dell’aereo e ha avvertito che le possibilità di sopravvivenza sono “scarse” se l’aereo è atterrato sull’acqua. (Continua a leggere dopo la foto)


 


La polizia ha anche detto che i soccorritori hanno individuato “un certo numero di oggetti galleggianti nell’acqua” ma non sono stati in grado di confermare se provengono dall’aereo scomparso. Le ricerche in 15 ore, hanno coperto un’area di 3.000 km quadrati nel Canale. Coinvolti aerei e navi delle Channel Islands, del Regno Unito e della Francia. Le ricerche riprenderanno oggi.

Emiliano Sala, zero speranze per il calciatore scomparso col suo jet: le ultime notizie

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it