Mario Cipollini oggi. Ecco che fine ha fatto il ciclista


Mario Cipollini fa parte di quel piccolo gruppo di atleti che si fanno notare perché sono particolari, simpatici, mediatici (anche se, magari, a volte esagerati). È stato qualcosa di simile: si può non seguire il ciclismo, si può non sapere bene cosa e quanto abbia fatto, ma è molto difficile non conoscerlo. Nonostante gran parte dei suoi anni migliori siano coincisi con i migliori anni di Marco Pantani, Mario Cipollini è stato un velocista.

Cipollini ha saputo farsi notare fuori e dentro al ciclismo, e intanto ha vinto tantissimo: un Mondiale, una Milano-Sanremo, 42 tappe del Giro d’Italia, tre della Vuelta di Spagna e 12 del Tour de France. Per tre volte ha poi vinto la classifica a punti del Giro d’Italia, quella in cui si vince grazie ai piazzamenti (e non in base al tempo complessivo con cui si sono percorse le tappe). (Continua a leggere dopo la foto)



Soprannominato “Re Leone” e “Super Mario” per la maestosità e la potenza dei suoi sprint e per la caratteristica di portare spesso una folta chioma di capelli, è considerato uno dei migliori velocisti di tutti i tempi essendo stato il dominatore negli arrivi in volata durante tutti gli anni novanta e l’inizio degli anni 2000. Ma che fine ha fatto? A 51 anni il ciclista dovrà comparire a luglio 2019 di fronte al giudice monocratico del tribunale per rispondere del reato di lesioni personali aggravate e minacce continuate nei confronti della sorella Tiziana. (Continua a leggere dopo la foto)


A disporre che il campione del mondo di ciclismo professionisti su strada nel 2002 compaia in aula è stato il sostituto procuratore della Repubblica Sara Polino che a conclusione delle indagini ha citato direttamente a giudizio Re Leone. Secondo la denuncia presentata dalla sorella, durante un litigio avvenuto nel 2017 a Montecarlo in provincia di Lucca, l’ex iridato avrebbe strattonato e colpito la donna, facendola cadere a terra. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Sulla base delle ricostruzioni effettuate, mentre colpiva la sorella, Cipollini avrebbe minacciato lei e alcuni suoi familiari. In passato l’ex campione di ciclismo, vincitore anche di 42 tappe al Giro d’Italia e di 12 al Tour de France era stato denunciato dalla ex moglie Sabrina. Ora l’ex Re Leone del ciclismo dovrà discolparsi nei tre gradi di un giudizio che si preannuncia delicato e complesso.

Carmen Masola, che fine ha fatto la vincitrice di Italia’s got talent