“Solo questione di tempo”. Schumacher, la rivelazione choc. Roba da colpo al cuore


 

"Per Schumacher è solo questione di tempo", è questo ciò che si vocifera. O santo cielo, per Schumi non c’è più speranza? Al contrario… Però, prima di proseguire oltre, è bene fare chiarezza. Non stiamo parlando di Michael Schumacher ma di suo figlio. Quello, per capirci, che sta cercando di emulare il successo del suo papà. Già, a quanto pare Mich ha nel sangue la stessa grinta di suo padre. E pare che abbia anche lo stesso talento. Ovviamente, come tutta la famiglia (e tutto il suo pubblico) sente un’enorme mancanza. Suo padre era speciale, è speciale. Ma quell’incidente in montagna nel 2013 gli ha stravolto la vita.
E ha stravolto anche la vita dei suoi cari, naturalmente. “Ho imparato tante cose da papà. Se guardiamo alla sua carriera, tutti possono imparare, è un modello. Io proverò a fare lo stesso, sono orgoglioso di lui, è il migliore” ha dichiarato Mick ai microfoni della Rai. Parole belle e strazianti che fanno ripensare alla follia del destino di un uomo che ha corso per tutta la vita a 300 km orari ma che è ridotto molto male per un incidente sugli sci. Continua a leggere dopo la foto

Prima della partenza del Gran Premio di Monza, su Rai 1 è andata in onda un’intervista a Padre Georg, prefetto della Casa pontificia e padre spirituale della famiglia Schumacher. “La situazione è difficile e la famiglia lo protegge, e questo è per lui una forza – ha fatto sapere - Grazie a Dio è così sia la moglie che gli amici hanno capito la tragedia, quella persona che soffre viene tutelata”. “Lui è circondato dalla sua famiglia, dai suoi affetti, mi sento fortunato ad avere accesso frequente, ma la sua salute è un problema privato e penso che sia tempo per noi di permettere a Michael di vivere la sua vita in pace”, ha detto Jean Todt, amico di Schumacher e una delle poche persone che ha accesso alla vita privata del sette volte campione del mondo. Continua a leggere dopo la foto

ads

Ma come sta ora Schumi? Sulle sue condizioni resta sempre un alone di mistero anche se ultimamente le dichiarazioni riguardo le persone in stato vegetativo di un illustre neurologo - Mark Obermann – hanno riacceso le speranze: “Secondo uno studio condotto in Svezia tra il 30 e il 40 per cento dei pazienti hanno ripreso conoscenza dopo quattro anni. Molti tornano in vita, vedere i loro figli e nipoti come crescono, fanno progetti, vediamo cosa succede nella famiglia o cerchia di amici”. Continua a leggere dopo le foto

 

Ma torniamo a Mich, figlio di Schumi. La sapete l’ultima? Nel paddock di Singapore gira voce che dopo Charles Leclerc neo-pilota della Ferrari, la Formula 1 sia pronta ad assistere alla nascita di un nuovo talento, Mick Schumacher. Esatto, il figlio di Schumi, 19 anni, potrebbe prendere il posto del padre. Poverino, certo non deve essere facile reggere il confronto… Secondo Repubblica, Schumi Junior (attualmente secondo nel Mondiale di Formula 3) è a un passo dalla patente di F1. Gli basterebbe infatti arrivare terzo in classifica per passare di grado. Davvero per lui si apriranno le porte del Toro Rosso costola italiana del Red Bulla? Vediamo…

“Non riesce a trattenersi, lo fa ogni volta”. Michael Schumacher, la clamorosa indiscrezione

ads