Un assegno mensile da 40mila euro! Ecco quanto dovrà sborsare questo super vip alla ex moglie. No, questo per lui non è un periodo d’oro…


 

Dopo venticinque anni di matrimonio è finita tra Roberto Mancini e Federica Morelli. Dalla loro relazione sono nati tre figli (Filippo, Andrea e Camilla. Ora è svanito tutto, restano solo i conti da pagare cioè gli alimenti che il tecnico dell’Inter dovrà versare come stabilito in aula: un assegno mensile di quarantamila euro da corrispondere alla ex consorte, è quanto ha sancito il presidente del tribunale di Ancona, Mario Vincenzo D’Aprile, in seguito alla prima udienza nel procedimento di separazione che risale allo scorso mese di novembre. Da quella data Mancini sta versando la somma alla ex moglie, e dovrà continuare a farlo, in via provvisoria, fino a quando non verrà pronunciata la sentenza definitiva.

(Continua a leggere dopo la foto)



A comparire davanti al giudice Valentina Rascioni in occasione della prima udienza di merito c’erano solo gli avvocati in rappresentanza del tecnico jesino e della ex consorte, Morelli. Un’udienza definita interlocutoria considerata la presentazione da parte dei legali delle istanze istruttorie (che verranno prese in esame e valutate nella prossima convocazione in aula già fissata per maggio) e un’eccezione sollevata sulla competenza territoriale del procedimento. Insomma, non è un bel periodo per Roberto Mancini. Dal tribunale al campo, sono giorni intensi per l’allenatore dell’Inter che martedì sera è stato protagonista del duro sfogo nei confronti di Maurizio Sarri per le espressioni razziste e omofobe che gli avrebbe rivolto durante la gara di Coppa Italia giocata al San Paolo. ”Mi ha chiamato frocio, mi ha dato del finocchio – ha ammesso Mancini ai microfoni della Rai -. Persone come lui sono una vergogna, nel mondo del calcio nemmeno dovrebbero esserci”.

Ti potrebbe anche interessare Avete presente le offese omofobe tra Sarri e Mancini? Spunta un particolare sconcertante sull’allenatore dell’Inter: ecco cosa disse a un giornalista qualche anno fa…