“Un malore improvviso”. Funerale Davide Astori: il giorno più triste. In piazza Santa Croce a Firenze un folla sterminata per l’ultimo addio al capitano, ma per qualcuno è stata troppo dura


 

Una folla a perdita d’occhi ha affollato nella mattina dell’8 marzo la piazza antistante alla basilica di Santa Croce a Firenze dove si sono svolti i funerali di Davide Astori, il capitano della Fiorentina che si è spento improvvisamente nella notte del 4 marzo in un albergo di Udine dove era in ritiro con la squadra. Fuori dalla basilica, dove non è stato consentito l’ingresso al pubblico “per ragioni di sicurezza“, c’erano circa diecimila persone. Il carro funebre con la salma del 31enne è arrivato in un silenzio rispettoso e palpabile, mentre sventolavano le bandiere viola. All’interno della chiesa solo i familiari e gli amici del calciatore. Quando la squadra è arrivata c’è stato uno scroscio di applausi di sostegno e affetto. Il momento è stato di grandissima commozione e tristezza. Secondo quanto riporta Corriere TV il padre di Francesca Fioretti, sua compagna (con cui ha avuto anche una bambina di nome Vittoria), avrebbe avuto un malore qualche minuto prima dell’ingresso del feretro in chiesa. Le condizioni di salute dell’uomo sarebbero poi tornate nella normalità. Il calciatore e la ex concorrente del Grande Fratello si erano conosciuti nel 2013 nel corso di una festa quando lui giocava ancora a Cagliari. (continua dopo la foto)



“Il modo improvviso e crudele con cui il capitano ci è stato tolto – ha detto il cardinale Bertori che ha celebrato l’omelia -, ci rinvia alla nostra povertà di creature, che non dispongono di tutto ma che le cose essenziali le ricevono, a cominciare dalla più essenziale, la vita. Una morte, quella di Davide, che ci richiama a maggiore umiltà, a tanta gratitudine, a quel senso del limite che spesso manca in questo tempo di superbia. E non a caso, nel fare memoria del capitano, molti hanno ricordato la sua umiltà, il senso di responsabilità, la semplicità e la modestia che lo rendevano a tutti così caro”. Prima delle esequie, lungo applauso alla squadra viola – giocatori, dirigenti e tecnici – al suo arrivo con l’allenatore Stefano Pioli, il presidente onorario Andrea Della Valle e il patron Diego Della Valle. L’imprenditore si è rivolto ai tifosi mettendo la mano sul cuore in segno di ringraziamento. Assieme a lui è arrivato l’ex presidente del consiglio Matteo Renzi, tifoso della Fiorentina. Il segretario dimissionario del Pd è entrato in chiesa seguito poco dopo dal ministro dello Sport Luca Lotti. Anche le ragazze della Fiorentina Women’s sono state salutate con un applauso. (continua dopo le foto)



 


È arrivato poi l’ex attaccante viola Federico Bernardeschi, a cui i tifosi hanno tributato un altro lungo applauso. In basilica il Gonfalone del Comune di Firenze con il sindaco Dario Nardella e il Gonfalone della Regione Toscana, con l’assessore allo Sport Stefania Saccardi. Presenti inoltre il presidente del Coni e commissario della Lega di Serie A, Giovanni Malagò, assieme a lui il commissario straordinario Figc, Roberto Fabbricini, accolti da altri applausi della piazza. Ai funerali anche Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione allenatori. Tra le delegazioni dei club più applaudite quella dell’Inter guidata dal vicepresidente Javier Zanetti e composta, tra gli altri, dal tecnico Luciano Spalletti e dall’ex viola Borja Valero, che aveva mantenuto un solido legame di amicizia con Astori. In Basilica è arrivato anche il tecnico della Lazio Simone Inzaghi. A seguire, l’arrivo della delegazione della Juventus guidata dall’allenatore Massimiliano Allegri: presenti diversi giocatori bianconeri accolti in chiesa da un lungo applauso. A comporre la delegazione bianconera il capitano Gigi Buffon, Giorgio Chiellini, Claudio Marchisio e tanti altri. Per esser presente alle esequie del capitano della Fiorentina la squadra è arrivata a Firenze con un volo privato dopo la qualificazione ai quarti di finale di Champions League conquistata a Londra contro il Tottenham.

Ti potrebbe interessare anche: “Sempre con noi”: Davide Astori, il ricordo della Fiorentina toglie il fiato. Il tributo al capitano viola è il più commovente di tutti. Quella canzone in sottofondo, poi…