Lutto nel mondo dello sport. Rilascia un’intervista tv e muore. Mentre parlava con il giornalista… Nessuno si sarebbe aspettato quell’epilogo tragico a soli 31 anni


Lutto nel mondo dello sport. È morto domenica 25 febbraio 2018 a soli 31 anni e ha sconvolto tutti. Nessuno poteva immaginare che la sua vita si sarebbe conclusa così, poco dopo quella meritata vittoria. Di chi stiamo parlando? Del boxeur britannico Scott Westgarth, 31 anni appunto. 31… Sabato 24 febbraio 2018 ha combattuto il suo ultimo incontro a Doncaster, battendo ai punti Dec Spelman. Si trattava in un match per le eliminatorie del titolo inglese dei medio massimi. L’incontro è stato dei più duri – 10 riprese – e sia Westgarth che il suo avversario Spelman sono andati al tappeto. A fine incontro il ragazzo ha rilasciato un’intervista per la televisione. “Sono felice che abbiamo messo in piedi uno spettacolo che ha divertito tutto il pubblico” ha detto. E quelle sono state le sue ultime parole. Si vedeva: mentre il giornalista lo intervistava il boxeur era molto sofferente ma nessuno poteva immaginare quale sarebbe stato l’epilogo. Il ragazzo, dopo l’intervista è tornato nello spogliatoio e ha avuto un mancamento, dopo aver perso conoscenza. I soccorsi sono stati chiamati immediatamente ma le condizioni del ragazzo erano troppo gravi ed è stato tutto inutile. È stato impossibile salvargli la vita: il ragazzo è morto al Royal Hallamshire Hospital la scorsa notte. Continua a leggere dopo la foto







“Sono abituato alla pressione – aveva detto durante l’intervista – mi piace tutto di questo sport che pratico per divertimento, non tanto perché voglio diventare un campione mondiale”. Poverino. Questa sua passione gli è costata cara. Stefy Bull, il suo manager, ha confermato la tragica notizia sui social network nella mattinata di lunedì 26 febbraio 2018: “Dio benedica Scott Westgarth” ha aggiunto. E poi: “Non ho parole per commentare quanto accaduto: un giovane ragazzo che porta avanti una grande passione e muore. Il mio pensiero va alla sua famiglia”. Anche il suo ultimo avversario è rimasto scioccato: “Riposa in pace amico mio, questa notizia mi spezza il cuore. In questo momento così duro, la mia preghiera è per la famiglia e gli amici di Scott”. Continua a leggere dopo le foto





 

Il 31enne aveva una fidanzata, Natalie che il 26 gennaio di quest’anno aveva elogiato sui social, nel giorno del suo compleanno: “Voglio solo dire buon compleanno a questa bellezza assoluta. Una donna incredibile, siamo insieme da più di 10 anni e non vedo l’ora di scoprire quali avventure ha in serbo per noi il destino”. Dal giorno della sua morte, è stata aperta una pagina GoFundMe per sostenere la famiglia del ragazzo. Dopo la morte di Westgarth, il British Boxing Board of Control ha chiesto che sia incrementata la sicurezza di questo sport: “Dobbiamo rendere questo sport il più sicuro possibile anche se già sappiamo che è impossibile renderlo sicuro al 100%. Uno degli ultimi pugili a morire era stato il canadese Tim Hague, morto due giorni dopo un incontro. Anche lo scozzese Mike Towell – nel settembre del 2016 – era morto per un trauma cerebrale subito dopo un incontro.

Lutto nell’Italia ‘che conta’: era uno dei più grandi, morto dopo una malattia. Timido e riservato aveva messo su un impero. Lascia la moglie (famosissima) e quattro figli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it