Moto Gp, dopo gli insulti e la scenata dopo la gara la Yamaha è inferocita con Jorge Lorenzo: ecco la decisione pazzesca che avrebbe preso contro il motociclista


 

Non solo Marquez-Rossi, adesso scoppia il caso Lorenzo in casa Yamaha. La scuderia giapponese non ha gradito la reazione di Lorenzo e i commenti post-gara dopo il traguardo su Valentino.

Lo spagnolo che urla chiedendo la squalifica fuori dalla direzione gara, le lamentele per la penalità troppo poco severa, gli insulti a Vale non sono stati digeriti da Lin Jarvis, manager director Yamaha, il quale non ha tollerato il fatto che Lorenzo abbia contestato pubblicamente il ricorso contro la penalizzazione di Rossi. Tanto che, si sussurra, potrebbero anche essere rivisti i rapporti contrattuali nel 2016. L’ipotesi di una Yamaha senza Lorenzo comincia a farsi sempre più realistica. 

Dal canto suo la Honda dovrebbe prendere provvedimenti nei confronti di Marquez che ha pagato profumatamente per ottenere in pista il miglior risultato possibile e non per limitarsi al regolamento di conti con il rivale.

Moto Gp, il manager di Marquez ”sputtana” il pilota spagnolo e dà ragione a Valentino Rossi. Ecco cosa ha detto al Dottore (e suona proprio come prova che sia un complotto)