Moto Gp, il manager di Marquez ”sputtana” il pilota spagnolo e dà ragione a Valentino Rossi. Ecco cosa ha detto al Dottore (e suona proprio come prova che sia un complotto)


 

Moto Gp, pista di Sepang, Malesia, curva 14: scontro diretto tra Marc Marquez e Valentino Rossi. Il primo cade, apparentemente spinto da un calcio del Dottore ed è costretto al ritiro. Per i commissari di gara la penalità è pesantissima, tre punti sulla patente e retrocessione all’ultima fila per l’ultima gara, quella di Valencia. Una sanzione immensa che potrebbe far sfumare al pilota italiano il suo decimo titolo mondiale. E si è parlato anche di solidarietà tra spagnoli e complotto anti-italiano.

(Continua a leggere dopo la foto)



Come riporta Libero Quotidiano, Rossi, qualche giorno prima della gara, in Australia, aveva lanciato qualche frecciatina a Jorge Lorenzo mettendo in mezzo Marquez, ormai fuori dai giochi per il titolo mondiale: ”Ormai è chiaro – aveva detto – Marquez punta non solo a vincere la gara ma anche ad aiutare Lorenzo: Jorge hai un nuovo fan, in pista”, aveva scherzato. Sta di fatto che il Dottore è stato quasi profetico. E poi c’è la reazione dello stesso Lorenzo, quando a fine gara, a Sepang, si è messo a urlare invocando la squalifica del suo compagno di squadra della Yamaha. Infine, quella frase che Emilio Alzamora, il manager di Marquez, avrebbe detto proprio a Vale: ”Marquez vuole fartela pagare, perché lo hai tolto di mezzo nella corsa al mondiale. Lo sai, è fatto così”.

Potrebbe anche interessarti: Valentino Rossi gela i fan con la sua decisione: “Basta, forse al Gp di Valencia non mi presento”. E il suo sfogo non ha precedenti