MotoGp, per Valentino Rossi non è tutto perduto. Ecco come può vincere il mondiale (anche partendo ultimo)


 

Dopo averlo a lungo adorato, la Spagna tritura il mito Valentino Rossi. Per anni ha preferito il Dottore ai propri campioni (i vari Gibernau, Pedrosa, Lorenzo e inizialmente anche Marquez). Domenica 25 ottobre, scrive la Gazzetta dello Sport, è la data ufficiale della rottura; oggi, lunedì 26, il giorno dell’ufficializzazione dello strappo a mezzo stampa. Approfittando del fatto che il Madrid ha giocato sabato Marca dedica a Valentino l’intera prima pagina: “Cade un idolo” il titolo, con la celeberrima (e oggi sfruttatissima) foto del Marquez bambino abbracciato all’allora suo idolo Valentino con il vetro in frantumi.

“Entra nella storia dell’infamia” dice Marca citando la testata di Zidane a Materazzi, la gomitata di Tassotti a Luis Enrique al Mondiale ’94, l’assalto di Schumacher a Villeneuve del ’97 e il morso di Tyson a Holyfield. Su As ci sono 3 commenti. Angel Nieto dice: “Tutto questo fa male al motociclismo”. “Non credo che Valentino possa dormire tranquillo dopo ciò che è successo e magari ora appenderà la tuta al chiodo” la conclusione dell’ex pilota. Se con Nieto prevale il dispiacere per quanto è successo, gli altri due commenti sono a senso unico: “Rossi non deve correre a Valencia” e “Rossi porta vergogna alle moto” i titoli.

L’amore tra la Spagna e il Dottore si è schiantato in quella curva malese ma per il folletto di Tavullia nulla è ancora perduto, con 7 punti di vantaggio, Rossi è campione se a Valencia arriva almeno 2°. Se invece Lorenzo chiudesse 2° a Vale basterebbe il 3° posto: giungendo 4° infatti sarebbero appaiati ma il maiorchino sarebbe campione per le maggiori vittorie. Con lo spagnolo 3° al pesarese basta il 6° posto, con Jorge 4° a Rossi serve un 9° posto. Con Lorenzo 5° a Rossi è sufficiente l’11° posto. Con Lorenzo 6° a Rossi serve il 12°, con Lorenzo 7° a Rossi va bene il 13°, con Lorenzo 8° Rossi può accontentarsi del 14° mentre con Lorenzo 9° a Rossi basta il 15°. Se Lorenzo giunge 10° o peggio, Rossi è campione.



Ti potrebbe interessare anche: Valentino Rossi gela i fan con la sua decisione: “Basta, forse al Gp di Valencia non mi presento”. E il suo sfogo non ha precedenti