“Uno schianto pauroso a tutta velocità”. Tragedia nel mondo dello sport: purtroppo non ce l’ha fatta, Enric Sauri è morto per un incidente a soli 33 anni


 

Un pilota di 33 anni è morto durante una corsa motociclistica in Spagna. A perdere la vita è stato il centauro Enric Sauri, un esperto del Mondiale Endurance che aveva già corso in passato nella 24 ore di Barcellona. L’incidente mortale è avvenuto alla prima curva del circuito di Barcelona-Catalunya, con il trentatreenne che avrebbe perso il controllo della sua Yamaha YZF-R1 #54 del team Motos Gaspar Granollers Yamaha finendo contro le barriere di protezione. L’impatto sarebbe avvenuto con una traiettoria diagonale e ad alta velocità anche se non è ancora chiaro come il pilota abbia perso il controllo della sua R1. Appena l’impatto è avvenuto subito tutti si sono resi conto della gravità dell’incidente, con il pilota che è stato immediatamente trasportato in ospedale. Una volta arrivato all’Hospital General de Granollers però non c’è stato nulla da fare e il decesso è avvenuto alle ore 16.47. (Continua a leggere dopo la foto)



Enric Sauri lascia moglie e figli. La manifestazione non è stata cancellata ma non avverranno cerimonie di premiazione al termine delle gare. Poco tempo fa sempre dal mondo delle moto erano arrivate grandi preoccupazione per un incidente di Max Biaggi. Ora il peggio è alle spalle, ma le scorse settimane non sono state facili per lui così come per la compagna Bianca Atzei che dal 9 giugno, giorno dell’incidente del pilota, è sempre rimasta al suo fianco in attesa di portarlo fuori dall’ospedale. “Siamo usciti da un incubo. E lo abbiamo fatto tenendoci per mano” ha dichiarato la cantante in un’intervista a Oggi. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Giorni di apprensione e di vero e proprio timore che le cose potessero non andare per il verso giusto: “Mi sono trovata a lottare contro un nemico potentissimo: la paura di perdere la persona che amo, un tema di cui ho parlato anche nelle mie canzoni” ha continuato Bianca. Per fortuna, invece, il Corsaro ha tenuto botta anche grazie all’amore dell’artista che in alcuni momenti si è lasciata andare, umanamente, allo sconforto: “Dopo la seconda operazione al polmone, al risveglio mi ha regalato il primo sorriso ed è stato un sollievo immenso. Perché sì, devo ammetterlo: all’inizio è stata durissima”. Eric invece non l’ha fatta. E il mondo delle moto piange un altro eroe.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Abbiamo dovuto operarlo di nuovo”. Max Biaggi ancora sotto i ferri: il pilota romano, ricoverato in ospedale dopo il brutto incidente dello scorso 9 giugno, costretto ad affrontare un altro intervento