“Scusate, ma devo farlo…”. Un Francesco Totti quasi ‘choc’, una decisione impossibile persino da immaginare. Le parole del marito di Ilary Blasi


 

Sarà un po’ più povero il calcio da domenica prossima. Sarà difficile non vedere più quel numero 10 giallorosso sulle spalle di Francesco Totti. Bandiera ammainata dalle Roma. Destinata a alzarsi su altri campi. Eh si perché il capitano continuerà a giocare lontano dai colori che per anni lo hanno accompagnato. Un’eventualità che solo qualche mese fa sembrava impossibile e che ora invece acquista sempre più corpo. A rilanciare la notizia è la Gazzetta dello Sport. A tre giorni dall’ultima partita con la Roma contro il Genoa, attraverso i suoi canali social, dice di essere pronto per “una nuova avventura”, ma non chiarisce quale. Dirigente? Calciatore altrove? Francesco decide di non spiegarlo, dice solo che quella di domenica sarà la sua ultima partita con la Roma (“non potrò più indossare la maglia”), e la sensazione è che prima di annunciare il ritiro voglia vedere se le offerte che gli sono arrivate in queste settimane siano concrete o meno. (Continua dopo la foto)



Totti, quindi, prende tempo in attesa anche di capire chi sarà l’allenatore della Roma la prossima stagione, visti i rapporti ai minimi termini (eufemismo…) con Spalletti e, soprattutto, non ufficializza il suo ruolo da dirigente, nonostante un contratto di sei anni già firmato. Queste le parole del capitano: “Roma-Genoa, domenica 28 maggio 2017, l’ultima volta in cui potrò indossare la maglia della Roma. È impossibile esprimere in poche parole tutto quello che questi colori hanno rappresentato, rappresentano e rappresenteranno per me”. (Continua dopo le foto)


 


 

E ancora: “Sempre. Sento solo che il mio amore per il calcio non passa: è una passione, la mia passione. È talmente profonda che non posso pensare di smettere di alimentarla. Mai. Da lunedì sono pronto a ripartire. Sono pronto per una nuova sfida”. Probabilmente lontano da Roma, salvo clamorose novità. All’estero (Dubai più di Miami) o in Italia? Sarebbe il modo più sorprendente per concludere una storia d’amore che dura da 25 anni. L’unica speranza, per i romanisti, è che Monchi o un eventuale nuovo tecnico lo convincano a cambiare idea.

Ce lo ricordiamo così il piccolo Cristian, bellissimo e biondissimo insieme a mamma Ilary e papà Francesco (Totti). Oggi, però, è cresciuto, sta diventando proprio un ometto: ecco come lo ritroviamo. La foto (non è adorabile?)