“Cancro al seno: il giorno che ha cambiato la mia vita”. Lei super campionessa sportiva (una che ci ha fatto sognare davvero) si è trovata di fronte al baratro: “Quel sintomo così banale, non sottovalutatelo”


 

Invincibile, vittoriosa e straordinaria, Martina Navratilova la ricordiamo tutti così. La tennista che ha vinto 18 Grand Slam e che sembrava immortale in campo, è diventata mortale il 24 febbraio 2010, quando fu visitata da un ginecologo che le informò del tumore. “Non si dimentica mai il giorno che cambia la tua vita”, ricorda. Aveva un rigonfiamento al seno destro e subito ha pensato che qualcosa non andasse e così insospettita ha fatto degli accertamentie la risonanza ha confermato le sue paure. Si trattava di un carcinoma che interessava il tessuto mammario. “È stato il male minore perché poteva essere tolto”, ha dichiarato alla rivista ‘People’ Mindy Nagle, cara amica di Navratilova e sua ginecologa, quando rivelò il problema. “Erano passati quattro anni dall’ultima volta che avevo fatto una mammografia – ha detto Navratilova – Ero in forma e mangiavo bene, eppure è successo a me. Ho avuto la fortuna che me l’hanno tolto in tempo”. (Continua a leggere dopo la foto)







La super campionessa ha spiegato la sua paura: “Fosse passato un anno, sarei potuta trovarmi nei guai. Sentivo di avere il controllo del mio corpo e della mia vita e all’improvviso ciò è venuto a mancare. Ho sbagliato, dovevo prestarci attenzione prima ma ero così in forma che non potevo immaginare una cosa del genere.” Navratilova non si fece prendere dallo sconforto, anzi 15 giorni dopo la rimozione della parte malata giocava un’esibizione ad Indian Wells per il terremoto di Haiti. Non ha mai pensato alla morte: “La prima cosa che mi è venuta in mente era perdere la mia tetta. È stato come un calcio nel culo. Io che avevo sfidato Chris Evert, Steffi Graf, Monica Seles e le Williams in doppio, non avrei mai immaginato che il mio avversario potesse essere fuori dal campo da tennis.”

(Continua a leggere dopo le foto)





 

Nell’ottobre 2010 dopo una serie di sessioni di radioterapia lo annunciò forte: “Posso dire apertamente che sono guarita, non ho più il cancro. Tecnicamente non lo avevo già dopo l’operazione a marzo, ma ho fatto radioterapia per evitare la riformazione di cellule malate. Mi sentivo molto debole, è stato più duro di quello che potessi immaginare. Mi sentivo come se un vampiro mi succhiasse del sangue ogni giorno. Ora mi sento una donna nuova e molto forte.” Le abitudini alimentari della Navratilova sono cambiate: “Non bevo più caffè, ciò mi fa sentire molto meglio, e ho cercato di imparare a fare surf anche se continuo a cadere. Ma credo che le cose miglioreranno. Se faccio snowboard, non c’è ragione per cui non fare bene nel surf.”

Ti potrebbe anche interessare: Tumore al pancreas, quel sintomo subdolo che nessuno prende sul serio. “I medici mi avevano detto che non era nulla e che ero fissata”. Aveva un dolore molto comune e lo ha sottovalutato, poi la drammatica scoperta. Non fatelo anche voi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it