Carolina Kostner e la richiesta di squalifica di 4 anni: “Vi spiego perché non la merito…”


 

Torna a parlare della sua squalifica Carolina Kostner, la pattinatrice bronzo agli ultimi giochi olimpici che è stata squalificata per 16 mesi dal Coni per aver ‘coperto’ l’allora fidanzato, il marciatore Alex Schwazer.

(continua dopo la foto)







A Schwazer ha lanciato una frecciata non da poco dicendo che questa vicenda l’ha privata dell’amore, della possibilità di credere nell’amore e della cosa che lei ama di più al mondo: il pattinaggio. Di lui ha anche detto: “E’ stato un ottimo attore, è riuscito a non farmi capire nulla di quello che stava facendo”. Si è poi spostata sul lavoro del tribunale sportivo: “Rispetto il lavoro del Coni e mi assumo le mie responsabilità, ma mi domando se il prezzo che sto pagando sia giusto”. Di questi giorni è la notizia per cui il Tas, organo del tribunale sportivo del Coni, avrebbe chiesto un prolungamento della squalifica fino a 4 anni. “Questo mi farebbe molto male. Mi farebbe sentire tanto sola. Sarebbe inaccettabile. Non ho rubato, non sono una criminale. Poi, anche se un po’ fatico a pensarlo e a dirlo, ritengo che a tutti debba essere concessa una seconda possibilità. La pattinatrice ha poi aggiunto: “Vorrei essere padrona del mio destino. Vorrei che il mio non fosse un futuro imposto. Mi realizzo pattinando e non ho mai detto che non sarei tornata a gareggiare. Dopo dodici anni a perdifiato, sentivo solo la necessità di fermarmi un po’. Non significava che mi sarei ritirata. La voglia di riprovarci c’è, il ghiaccio mi manca e la solidarietà che ricevo da ogni dove è una molla”. Nel frattempo, comunque, Carolina non rimane con le mani in mano e, in questo periodo si sta dedicando a completare il corso di laurea in comunicazione a Roma; le mancano una decina di esami e, visto il suo grande sogno di incontrare un giorno Carla Fracci, sta seguendo corsi di danza classica. Per chi volesse vederla in azione sarà di scena questa estate con un tour tra Cina e Giappone in cui pattinerà sulle note dei Led Zeppelin.

Potrebbe interessarti anche: Carolina Kostner risponde alla condanna: “Un’ingiustizia, sono molto amareggiata”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it