Con lo scolapasta in testa nella foto della patente. L’impresa della pastafariana


Se le suore possono farsi la foto con il velo e i sikh con il turbante, perché i fedeli della spassosa Chiesa del Mostro di Spaghetti Volante, i cosiddetti pastafariani, non possono tenere in testa uno scolapasta rituale nelle immagini dei loro documenti ufficiali?  Jessica Steinhauser, alias Asia Lemmon, alias Asia Carrara,  atea, membro del club dei cervelloni Mensa ed ex pornostar ci ha provato negli uffici della motorizzazione civile di Hurricane, nello Utah, e ci è riuscita. Ora ha una patente con lo scolapasta in testa e dice: “Sono una fiera e dichiarata atea. E sono fiera che ci sia libertà di religione proprio nello Utah” stato conservatore e a maggioranza mormona. “Se possiamo vederli in faccia, va bene anche quel copricapo” ha spiegato Nannette Rolfe, direttore della Utah’s Driver License Division (continua dopo la foto)







Il pastafarianesimo è stato creato per protesta, con una buona dose di umorismo, dal fisico americano Bobby Henderson, dopo che nelle scuole del Kansas il creazionismo era diventato materia di studio insieme alla teoria dell’evoluzione. Dice che un mostro spaghetto volante (con polpette) ha creato il mondo e che gli è venuto male perché era ubriaco. Prima di Lemmon altri tre cittadini americani si erano fatti fare foto ufficiali con lo scolapasta in testa e si ha notizia di altri casi in Austria e Repubblica Ceca. Si tratta infatti di un religione globale, aperta ad atei e fedeli di altri culti: “Non siamo contro la religione – si legge sul sito ufficiale della Chiesa –  siamo contro le cose pazze senza senso fatte in nome della religione. E c”è una bella differenza…”






Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it