“Quando difendo i poveri, mi chiamano comunista. Invece è Vangelo”


“Terra, tetto, lavoro. È strano, ma quando parlo di queste cose per qualcuno sembra che il Papa sia comunista. Non si capisce che l’amore per i poveri è al centro del Vangelo” Lo ha rivendicato oggi Francesco incontrando in Vaticano i partecipanti all’Incontro mondiale dei Movimenti Popolari. Quei diritti, ha spiegato, sono “sacri”, e questa “è la Dottrina sociale della Chiesa”.(continua dopo la foto)







In Argentina, da vescovo e cardinale, Bergoglio è sempre stato vicino a comunità come quelle dei “cartoneros” e dei “campesinos”, che con la solidarietà , ha detto oggi, “affrontano gli effetti distruttivi dell’impero del denaro”. “Lo scandalo della povertà – ha aggiunto il papa – non si vince promuovendo strategie di contenimento che solamente convertono i poveri in esseri addomesticati e inoffensivi”. Gesù chiamerebbe “ipocriti” quanti riducono i poveri alla “passività”.

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it