“Ecco cosa succederà in Europa nel 2016”. Profezia choc: Baba Vanga, la veggente che predisse l’11 settembre, lo tsunami e l’Isis aveva avuto anche un’altra visione prima di morire, che riguarda anche noi


Parole che spaventano, confermate da chi la conosceva di persona. Perché a Baba Vanga, la mistica bulgara morta nel 1996 dopo 50 anni dedicati alla chiaroveggenza e cieca dall’età di dodici anni, la storia ha dato ragione molte volte: ad esempio, si è avverata la sua previsione dello tsunami del 2004, l’attentato dell’11 settembre in America, il conflitto in Siria, il disastro di Chernobyl e molti altri. Aveva previsto anche l’avanzata dell’Isis, ma non solo. Baba, prima di morire aveva fatto una previsione anche per l’anno appena iniziato: proprio nel 2016, secondo la veggente, ci sarà un’invasione dell’Europa da parte degli estremisti musulmani, che utilizzeranno anche armi chimiche. A seguito di questo attacco, l’Europa cesserà di esistere, diceva.

(continua dopo la foto)



Anche altre sono state le profezie della mistica: tanto per cominciare la Cina diventerà una potenza mondiale nel 2018, il problema della fame sarà debellato tra il 2025 e il 2028, le calotte glaciali si scioglieranno definitivamente nel 2045, gli Stati Uniti lanceranno un attacco ai musulmani d’Europa, usando delle armi inedite, tra il 2170 e il 2256 una colonia su Marte vorrà rendersi indipendente dalla Terra, ci saranno nuove scoperte per quanto riguarda la ricerca degli alieni, avremo una capsula del tempo entro il 2340, la Terra sarà inabitabile a partire dal 2341, dal 4674 l’umanità e gli alieni saranno completamente “fusi” e infine nel 5079 l’universo finirà. Tutte visioni positive, non credete?

 

“Succederà nel 2016”: Padre Pio lo aveva preannunciato nel 1916. E, esattamente 100 anni dopo, ecco la profezia di cui parlava