Rivoluzione religiosa! Una straordinaria scoperta potrebbe cambiare per sempre la storia del cristianesimo: ecco in realtà chi erano i preti nell’antica Roma…


Una scoperta incredibile, che potrebbe cambiare per sempre la storia del cristianesimo, è stata effettuata proprio in Italia, nelle catacombe di Priscilla a Roma, dove durante il restauro di alcuni affreschi è emerso un dettaglio in contrasto con quanto studiato finora sui libri di scuola. E la Chiesa è subito stata costretta a intervenire.

(Continua dopo la foto)



Stando a quanto riportato da Globo Channel, infatti, nei dipinti si troverebbero tracce di quello che potrebbe essere una forma di sacerdozio femminile tra i cattolici. Le opere risalgono al 230-240 dc e a guardarli si direbbe confermata la presenza di alcuni preti donna nelle forme primitive di cristianesimo. Subito il Vaticano ha smentito seccamente: “Sono soltanto favole”.

Scavate dal secondo al quinto secolo, le catacombe di Priscilla sono un complesso labirinto di camere funerarie sotterranee che si estendono otto miglia sotto la metà settentrionale della capitale. Un affresco raffigurante donne che celebrano l’Eucaristia è presente all’interno della struttura, riaperta al pubblico dopo anni. La zona è spesso chiamata la “regina delle catacombe” perché è dotata di camere di sepoltura di papi e di un piccolo, delicato affresco della Madonna che allatta Gesù risalente attorno al 230-240 dc, la prima immagine conosciuta della Madonna col Bambino.


Un’associazione locale ha conservato le prove delle immagini per dimostrare che vi erano donne preti nella chiesa paleocristiana, e che quindi che ci dovrebbero essere donne prete oggi. Ma Fabrizio Bisconti, sovrintendente della Commissione di archeologia sacra del Vaticano, sostiene che una tale lettura degli affreschi è pura “favola, una leggenda“, Anche se la guida ufficiale delle catacombe afferma che “c’e’ un chiaro riferimento al banchetto della Santa Eucaristia nell’affresco”, Bisconti pensa che la scena del banchetto rappresentata non sia altro che una cerimonia funebre.