L’allarme di Papa Francesco: “È in corso il genocidio dei cristiani, bisogna reagire”


 

Papa Francesco ricorda il genocidio degli armeni per mano turca parlando a rappresentanti del paese caucasico: “La nostra umanità ha vissuto nel secolo scorso tre grandi tragedie inaudite: la prima, quella che generalmente viene considerata come il primo genocidio del XX secolo; essa ha colpito il vostro popolo armeno – prima nazione cristiana”. Ed è proprio questo aspetto che lo porta a un collegamento con l’attualità, ugualmente drammatica. “Furono uccisi vescovi, sacerdoti, religiosi, donne, uomini, anziani e persino bambini e malati indifesi. Le altre due furono quelle perpetrate dal nazismo e dallo stalinismo. E più recentemente altri stermini di massa, come quelli in Cambogia, in Ruanda, in Burundi, in Bosnia. Eppure sembra che l’umanità non riesca a cessare di versare sangue innocente. Sembra che l’entusiasmo sorto alla fine della seconda guerra mondiale stia scomparendo e dissolvendosi. Pare che la famiglia umana rifiuti di imparare dai propri errori causati dalla legge del terrore. E così ancora oggi c’è chi cerca di eliminare i propri simili, con l’aiuto di alcuni e con il silenzio complice di altri che rimangono spettatori. Non abbiamo ancora imparato che la guerra è una follia, una inutile strage”.

(continua dopo la foto)







Odio religioso che, però, non è consegnato alla storia. Ed è lo stesso pontefice a sottolinearlo anche in questa occasione. “Purtroppo ancora oggi sentiamo il grido soffocato e trascurato di tanti nostri fratelli e sorelle inermi, che a causa della loro fede in Cristo o della loro appartenenza etnica vengono pubblicamente e atrocemente uccisi – decapitati, crocifissi, bruciati vivi – oppure costretti ad abbandonare la loro terra. Anche oggi stiamo vivendo una sorta di genocidio causato dall’indifferenza generale e collettiva”.

Ebrei, cristiani e musulmani insieme: convivere in pace si può. Almeno nella “città graffito”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it