Rossano Rubicondi padre storie italiane

“Ecco come ho scoperto che mio figlio era morto”. Rossano Rubicondi, il racconto atroce di papà Claudio

Si torna a parlare della morte improvvisa di Rossano Rubicondi. L’ex modello e marito di Ivana Trump è morto da solo e in pochi sapevano del tumore. Si è raccontato, a Storie Italiane, il padre Claudio che conferma di essere venuto a conoscenza di tutto quello che era accaduto attraverso la telefonata di un giornalista. I rapporti tra l’ex marito di Ivana Trump e la famiglia non erano dei migliori da anni e l’uomo spiega il perché esprimendo dolore e rabbia.

“Siamo solo disperati – spiega il papà di Rossano Rubicondi con gli occhi lucidi – lui con me parlava, anche se raramente, ma non mi aveva detto niente del tumore perché era sempre positivo. Rossano lo chiamavo ‘Boccio’ che è il diminutivo di bocciolo. Non era in conflitto con me, ma con il fratello perché cercava di redarguirlo e gli diceva di non fare certe cose. Riccardo era più serio e posato, Rossano frequentava chiunque, non si domandava se erano donne, uomini e gay”.

Rossano Rubicondi padre storie italiane

Eleonora Daniele gli ricorda che queste parole potrebbero offendere qualcuno che si batte per difendere l’amore in tutte le forme. “Non è il momento di prendere rimproveri da nessuno”, replica il papà di Rossano Rubicondi anche se il dolore è troppo forte e riesce a stento a parlare. Anche Ivana Trump fa fatica a comunicare.


Rossano Rubicondi padre storie italiane

”Mi ha chiamato ieri e piangeva. Già la capivo poco perché non conosco l’inglese. L’avevo conosciuta a Roma, il nostro rapporto era ottimo. Una grande donna, lei era anche un po’ mamma per lui”, continua il padre di Rossano Rubicondi. La famiglia sta cercando di far tornare la salma in Italia, ma Ivana ha inviato a Roberto Alessi uno strano messaggio.

Rossano Rubicondi padre storie italiane

“Mi ha scritto in maniera molto dura dicendo di rimanere fuori dalla questione del corpo”, racconta Alessi. Gli ospiti in studio conoscevano bene Rossano Rubicondi. “Sapeva da un anno di essere malato, stava seguendo le cure sperimentali perché aveva rifiutato quelle classiche. – aggiunge Alessandro Cecchi Paone – Ha firmato per uscire dall’ospedale ed è morto da solo”.