Raffaella Carrà fumo causa morte

“Un fattore ha peggiorato tutto”. Raffaella Carrà, il medico parla delle cause della morte

La notizia della morte di Raffaella Carrà ci ha lasciato tutti senza parole. L’Italia, possiamo dire, si è fermata, almeno per un attimo, in raccoglimento, per il dolore suscitato da questa brutta e inaspettata notizia. Ora, a qualche giorno da quel maledetto 5 luglio 2021, arrivano le prime conferme sulla presunta malattia che la affliggeva da tempo. In particolare quelle del Prof. Mangiaracina, medico chirurgo, docente di Salute pubblica all’Università La Sapienza

Mangiaracina, anche Presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione, fondatore e Presidente della Società Italiana di Tabaccologia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Genetica oggi” condotta da Andrea Lupoli su Radio Cusano Campus, ha detto la sua sul decesso di Raffaella Carrà. Il medico ha commentato: “Il fumo ci ha portato via Raffaella Carrà con 10 anni d’anticipo. C’era anche una componente ereditaria, ma il tabagismo ha influito su quella base genetica.

Raffaella Carrà fumo causa morte

Raffaella Carrà, la malattia

E dice: “La mamma di Raffaella Carrà è morta a 63 anni proprio per tumore al polmone, quindi si tratta innanzitutto di una questione genetica. E poi, se una persona fuma, il destino è quasi inevitabile”. Questo il pensiero del Professor Giacomo Mangiaracina in merito alla morte di Raffaella Carrà che si è spenta all’età di 78 anni a causa, secondo indiscrezioni riportate da alcuni organi di stampa, di un tumore al polmone.


Raffaella Carrà fumo causa morte

Poi ancora sulle cause della morte di Raffaella Carrà: “Abbiamo molti studi che dicono che il fumo accorcia la vita di 10-12 anni, questo vale per tutti. La dipendenza, come quella dal tabacco, ti porta nelle condizioni di non poter dire no. Il 90% dei tumori polmonari avvengono tra i fumatori. Se c’è una base genetica è chiaro che tutti i modelli di stile di vita influiscono su quella base genetica”.

Raffaella Carrà fumo causa morte

E conclude: “Il polmone della donna è più piccolo rispetto a quella degli uomini, quindi anche gli effetti negativi sono triplicati, tant’è che il tumore al polmone è diventato la prima causa di morte tra le donne”. Queste quindi le cause della morte della Carrà.