Com’erano le star. Quando la piccola Shakira cantava in parrocchia…

Il primo regalo che la piccola Shakira Isabel Mebarak Ripoll (poi a tutti nota come Shakira ) ha ricevuto dal padre William Mebarak è stata una macchina da scrivere, con la quale lei ha iniziato a scrivere le sue prime canzoni e poesie. La mamma la ricorda così: “La bimba cominciò a ossessionarsi con la scienza, finché non supposi che sarebbe diventata una ricercatrice, però dopo si chiuse nella sua cameretta notte e giorno a scrivere racconti e poesie. Ci ingannò di nuovo quando pensammo di aver avuto una figlia scrittrice, finché ho scoperto che questo della scrittura non era che il primo passo e ciò che lei stava scrivendo erano i testi delle sue canzoni…”. 

Ha composto la sua prima canzone a otto anni, intitolata Tus gafas oscuras (trad. I tuoi occhiali scuri) e dedicata a suo padre. In questo video del 1988 aveva solo dodici anni ed era ancora, per il mondo, una sconosciuta che cantava nell’auditorium parrocchiale di Branquilla (Colombia): “Voglio, innanzitutto, ringraziare quelli che si occupano della sicurezza sociale per aiutare non solo tutta la gente di Baranquilla, ma tutta la Colombia e voglio ringraziarvi per il vostro invito a partecipare al concorso cantando questa canzone”. Ma non solo. Nella parte finale del video la piccola “Shak” si esibisce già con grande bravura in quella che sarà poi una delle sue più riconoscibili caratteristiche artistiche: la danza del ventre.