Insulta le figlie perché ”troppo grasse”, chiesti 10 mesi di carcere


La procura di Torino ha chiesto la condanna a 10 mesi per un padre accusato di maltrattamenti sulle figlie: l’accusa è di averle insultate contestando loro di essere grasse e di averle costrette a praticare sci agonistico contro la loro volontà. I fatti risalgono al periodo 2008-2011, quando le ragazze erano adolescenti. L’uomo, un facoltoso torinese di 53 anni , avrebbe costretto le figlie anche a seguire un’alimentazione a base di prodotti macrobiotici provocando loro uno stato di turbamento psicologico. La vicenda è emersa dopo un esposto dell’ex moglie presentato perché le ragazze non volevano più vedere il padre. La sentenza è prevista per lunedì prossimo.







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it