“Piangevamo tutti…”. Coronavirus, Cristina Parodi col cuore in mille pezzi: una confessione dolorosissima


Cristina Parodi la sua Bergamo, raccontata in una lunga intervista a Gente. “Tsunami che ha sconvolto le nostre vite”, ha definito così Cristina la sua Bergamo colpita dal coronavirus. I decessi a causa della pandemia nella città lombarda sono stati fino a sette volte superiori rispetto agli stessi periodi degli anni passati. Da una media di 45 decessi a settimana negli ultimi dieci anni, si è registrata un’impennata fino a 313. Intervistata dalla rivista , la Parodi ha raccontato con orgoglio dei primi risultati della sua mobilitazione impegnata a sostenere il marito Giorgio Gori, il sindaco di Bergamo, città più martoriata dal coronavirus: “All’inizio abbiamo cercato di recuperare mascherine, tute, occhiali per proteggere medici e infermieri in prima linea. Poi i respiratori, che costano circa 20mila euro l’uno, sempre più difficili da trovare”.

Tutta la sua forza è ora concentrata sul suo ospedale da campo grazie agli Alpini, che sta coinvolgendo tutta la città. Nell’intervista al settimanale Gente, Cristina Parodi non ha nascosto l’orgoglio per i concittadini bergamaschi, sostenendo che quella è gente che si tira su le maniche e che non si arrende. (Continua a leggere dopo la foto)










E intanto a fare il giro del web foto e video di lunghe colonne di mezzi militari che trasportano fuori dalla città le bare con dentro i feretri delle vittime del coronavirus, i quali non trovano più posto nel cimitero cittadino perchè i tempi delle cremazioni sono diventati davvero lunghi. E proprio su queste immagini Cristina Parodi ha dichiarato che erano davvero insostenibili vederle: “Piangevamo tutti. Ti danno il quadro dell’enormità di quanto è accaduto”. (Continua a leggere dopo la foto)






Solo qualche giorno fa la conduttrice e giornalista ha dichiarato che le cose per la sua città non miglioreranno nei prossimi giorni. A Bergamo tutti si sentono in prima linea, a partire dal marito di Cristina Parodi, il sindaco Giorgio Gori, che da quando è scattata l’emergenza vive in Municipio: “Rientra a casa giusto il tempo di cambiarsi, mangiare qualcosa tra una telefonata e l’altra, e dormire qualche ora. Si è trovato ad affrontare la sfida più difficile che possa capitare a un sindaco”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


C’è da dire che tra i “licenziati” storici dalla Rai in questa stagione televisiva c’è anche lei, la nostra Cristina Parodi, ex conduttrice di Domenica In e La Prima Volta. In diverse interviste non ha nascosto l’amarezza, pur ammettendo di aspettarsi quello che è accaduto. A Gente, Cristina Parodi ha dichiarato che non ha attualmente progetti in tv che la riguardano e neanche ci pensa, soprattutto in questo periodo complicato caratterizzato dal coronavirus: “Non riesco proprio a pensarci”.

Ti potrebbe anche interessare: Meghan Markle, c’è la conferma: cosa fa adesso, dopo il “divorzio” dalla Royal Family

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it