Non lo ami più ma non sei sicura? Ecco come accorgersi che la tua relazione è al capolinea: questi 10 segnali ti indicheranno che oramai non c’è più niente da fare. Paura eh…


 

 

A chi non è capitato di disinnamorarsi? A chi non è capitato di sentire quel tarlo, fastidiosissimo, nel cuore? Probabilmente ognuno di noi sa quando è l’ora di smettere di stare insieme ad una persona, eppure con grande senso di sacrificio si continua a rimanere, sballottando l’anima tra un sentimento e l’altro, sperando che qualcosa cambi una volta per tutte. Non è facile ed quindi fondamentale capirlo in tempo, perché capita che il confine tra una relazione sana e una al capolinea venga oltrepassato senza neanche rendersene conto: alla fine, ci si ritrova intrappolati senza sapere neanche più come si sia arrivati dall’amare l’alta metà al provare solo indifferenza. Quando l’abitudine prende il sopravvento, il rischio che qualunque coppia corre è di lasciarsi trascinare dalla quotidianità: senza neanche più far caso al sentimento che la tiene insieme. Rachel Maclynn della The Vida Consultancy spiega al Daily Mail i 10 segni per capire se una relazione non funziona più. (Continua dopo la foto)



1 – Hai perso la luce nei tuoi occhi. È la prima cosa di cui si rendono conto gli amici, e l’ultima di cui ci accorgiamo noi stessi. Eppure, è uno dei primi sintomi di una storia ormai al capolinea.

2 – Sei irritato dal tuo partner sempre più spesso. Se all’improvviso ogni movimento del partner fa saltare i nervi, difficilmente è lui a essere cambiato così drasticamente: molto più probabilmente è il sentimento ad essersi affievolito.

3 – Il desiderio sessuale cala. Un conto è il fatto che il desiderio sessuali diminuisca con l’avanzare dell’età (e della relazione); un altro è provare disagio all’idea che il partner si avvicini. Non è così che dovrebbe funzionare una relazione.

4 – Ti ritrovi a voler passare più tempo da solo. Quando non solo diminuisce la voglia di passare il tempo con il proprio partner, ma anche con gli amici, la relazione potrebbe ormai essere agli sgoccioli – e ci ritroviamo a desiderare più tempo per riflettere.

5 – Non fai più complimenti al tuo compagno. Se tu sei felice, vuoi che anche il tuo compagno o la tua compagna lo sia. Al contrario, se sei infelice, altrettanta infelicità viene spontaneo restituire. Smettere di fare complimenti al partner vuol dire rifiutare di condividere una felicità di coppia che evidentemente non esiste più.

6 – La tua autostima cala. E se non fossi abbastanza attraente? Già il solo pensarlo indica che la relazione non funziona: il partner dovrebbe essere la prima persona a farci sentire attraenti e, se questo non accade, non è più il compagno giusto.

7 – Non vedi più l’ora di tornare a casa dopo il lavoro. Chiaramente, vivere con una persona che ci rende infelici significa che meno tempo vi passiamo insieme, meglio ci sentiamo: anche se questo comporta addirittura fermarsi oltre l’orario di lavoro.

(Continua dopo le foto)



 

8 – Non programmi più gite con il tuo compagno. Difficile programmare il futuro, ma anche solo un viaggio o una fuga di un week end, con chi non amiamo più.

9 – Non ti importa più del tuo aspetto. Si ricollega in qualche modo al punto 6: meno ci sentiamo apprezzati, meno importa se il partner ci apprezzi. E così si entra in una spirale di trascuratezza che può interrompersi solo con la relazione che l’ha fatta partire.

10 – Sminuisci il tuo partner davanti agli amici. L’indizio più grave della fine di una relazione è la perdita di rispetto per l’altro. Sarebbe meglio evitare di arrivare a questo punto: in caso contrario, alla prima lamentela con un amico che si spinge troppo in là, il campanello d’allarme dovrebbe suonare incessantemente fino a quando non si prende il coraggio di dire la parola “fine”.

Ti potrebbe anche interessare: A pezzi per una storia finita? 5 passi da fare per lasciarsi l’ex alle spalle