Anche tu metti la carta igienica sulla tavoletta del wc prima di andare in bagno? Bene, leggi attentamente. Questo gesto (normalissimo) nasconde un particolare davvero inquietante


La gente spesso teme di sedersi sul water, specie dei bagni pubblici. Nel 1991 un sondaggio britannico effettuato su 528 donne in una clinica ginecologica ha rilevato che l’85 per cento delle intervistate si piegava sulle gambe per urinare nei bagni pubblici e il 12 per cento copriva la seduta con carta igienica. Solo il 2 per cento si sedeva direttamente sull’asse del wc. Ma quali malattie si possono davvero prendere dalla tavoletta del water? Alcuni studi – fatti anche nei bagni degli ospedali – hanno trovato ceppi pericolosi sui sedili del wc, come lo stafilococco resistente agli antibiotici, il norovirus, l’Escherichia coli, Shigella e lo streptococco. In teoria, anche l’Ebola potrebbe essere preso da un’asse del water. Per lungo tempo, la gente ha pensato che i sedili dei wc fossero coperti di germi e sporcizia e che vi si potesse contrarre di tutto. Ma, data la loro forma e la superficie liscia, le tavolette prevengono l’accumulo di batteri. E, d’altra parte, i germi non possono moltiplicarsi  sulla pelle nuda. Per cui, il contatto con la tavoletta non è per niente pericoloso. Per la carta igienica (che poi viene utilizzata per coprire la tavoletta), invece, la storia è molto diversa. (Continua a leggere dopo la foto)



È risaputo che (quasi) nessuno abbassa il coperchio del water dopo aver usato il bagno. Tutti i germi, quindi, rimangono nell’ambiente, finendo anche sulla carta igienica. Al contrario della tavoletta, la carta igienica è un luogo ideale per l’accumulo di batteri: vi si annidano germi che possono finire su mani, viso e quindi passare su tutto il corpo. Alcuni studi – fatti anche nei bagni degli ospedali – hanno trovato ceppi pericolosi sui sedili del wc, come lo stafilococco resistente agli antibiotici, il norovirus, l’Escherichia coli, Shigella e lo streptococco. In teoria, anche Ebola potrebbe essere preso da un’asse del water. C’è da dire però che questi microbi sono contenuti nelle feci o nel vomito, che se fossero visibili sulla tazza di certo porterebbero le persone di buon senso a scegliere un altro bagno. (Continua a leggere dopo le foto)



{loadposition in text}

Quel che è più preoccupante al limite è che i moderni servizi igienici senza vaschetta per l’acqua a ogni scarico sono in grado di irrigare violentemente creando uno spruzzo di goccioline appena visibili che possono volare a parecchi cm di distanza. Da oggi in avanti guarderete con molto più sospetto la carta igienica. E, la prossima volta che vi ritroverete in un bagno pubblico, ricordatevi che non coprire il sedile è sempre meglio.

Alt ai bagni per strada, la sfida dell’India: ”Costruiremo milioni di wc, ma usateli”