Il tuo uomo ha la barba? Attenzione, questo vezzo (che lui adora) potrebbe causarti non pochi problemi: ecco il risultato choc di uno studio. E no, questa volta i batteri non c’entrano niente


 

L’aspetto delle persone, si sa, influenza il modo in cui gli altri ci giudicano. Ma ci siamo mai chiesti se la barba, tanto di moda negli ultimi tempi, sia giudicata positivamente o negativamente nel caso di un processo penale? 

Questa domanda se la sono posta i ricercatori dalla Montclair State University. Uno studio ha fatto emergere che questa caratteristica del volto maschile scatena pregiudizi assurdi.

(Continua a leggere dopo la foto)








L’esperimento è stato piuttosto semplice: ad alcuni soggetti sono state mostrate due foto dello stesso soggetto, con e senza barba; le due foto sembravano appartenere a due soggetti differenti e gli intervistati dovevano associare le foto a due diversi imputati, uno di stupro e l’altro di una piccola causa con un’assicurazione. Il risultato? Il 78% dei soggetti coinvolti si è detto convinto che la versione con la barba era quella dell’imputato del caso di stupro.

Questo studio non è il primo ad analizzare la percezione della barba dalla gente ed i relativi giudizi. In un altro esperimento era stato chiesto a 371 soggetti di disegnare la faccia di un criminale: nell’82% dei casi era presente una qualche forma di barba. Sembrerebbe quindi esserci un’associazione tra barba e criminalità.

(Continua a leggere dopo la foto)




Non è la prima volta che la barba viene studiata dagli specialisti. Una recente ricerca, infatti, aveva portato alla luce la pericolosità di questo tutto maschile che piace tanto alle donne. 

Secondo il dipartimento di biologia dell’Aston University la barba è un covo di batteri. La ricerca si è occupata di esaminare le mascherine chirurgiche per cogliere la presenza o meno di batteri, e se tale presenza fosse proporzionata alla presenza di barba più o meno folta. Dal risultato è emerso che gli uomini con la barba ospitano un numero elevato di batteri, nel numero di circa ventimila, molti più degli uomini con il viso rasato o delle donne.

(Continua a leggere dopo la foto)


Ma un recente articolo del The Guardian ha screditato questo studio: Ii dati citati negli studi non provengono, in realtà, da uno studio medico ma dall’esperimento condotto da un singolo microbiologo che ha prelevato ‘a caso’ dei campioni di barba, senza costruire un universo statisticamente degno di questo nome. Pertanto, i risultati dello studio non possono essere considerati scientificamente attendibili e rilevanti. Inoltre, i batteri fecali rilevati nei campioni analizzati non hanno necessariamente a che fare con le feci’’.

 

Con la barba è meglio! 10 (ottimi) motivi per convincerlo a farsela crescere…

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it