Canone Rai, il terrore corre veloce sul web: ecco cosa potrebbe accadere a chi non l’ha mai pagato


 

Ce lo hanno detto in tutti i modi, ma ribadirlo non fa male: dal primo gennaio 2016 il Canone Rai si paga insieme alla bolletta della luce. No, questa non è una novità. La novità è ben altra e metterà terrore a molte persone, in particolare a tutte quelle che non hanno mai pagato il canone. Che accadrà? Pare che ci sia la possibilità che sia obbligatorio pagare anche gli arretrati.

(Continua a leggere dopo la foto)



Per il momento è solo un timore, ma circola in rete la voce che la Rai possa procedere con la riscossione anche dei precedenti anni di canone non pagato, per un massimo di 10 anni. Il motivo? Il pagamento del canone in bolletta è una sorta di autodenuncia e di ammissione di colpevolezza. La nuova legge, infatti, opera una “presunzione automatica” di possesso della tv per quanti hanno anche un contratto di abbonamento all’energia elettrica. Quindi, essendo il canone Rai un’imposta, per giurisprudenza si può richiedere il pagamento dei 10 anni precedenti, oltre quelli c’è la prescrizione. Le sanzioni? Vanno da importi compresi tra 103,29 e 516,45 euro.

Leggi anche: Canone in bolletta? Si paga due volte, anche sulle seconde case