“L’albero di Natale non si fa così”. È l’esperto designer a ‘illuminarci’ sul giusto modo di addobbarlo. Bene, abbiamo sempre sbagliato a mettere lucine e palle 


Amanti del Natale unitevi ed ascoltate: Nuntio vobis, gaudium magnum, habemus (finalmente) la formula perfetta per decorare l’albero di Natale. Ad illuminarci è l’interior designer Francesco Bilotti che, tramite un video caricato sulla sua pagina Instagram, mostra come dovrebbe essere fatto. L’interior designer ha poi spiegato ad HouseBeautiful.com che “lo si è sempre fatto nel modo sbagliato. La maggior parte delle persone, infatti, inizia dai rami più bassi e poi posa le luci attorno all’albero, facendosi strada fino in cima, mentre queste dovrebbero essere appese verticalmente. In questo modo ogni punto dell’albero, da un ramo all’altro, brillerà”.

Bilotto ha poi fornito maggiori dettagli ai suoi utenti, consigliando loro di “evitare di nascondere le luci dietro i rami e di iniziare dalla cima dell’albero con la fine del fascio di luci, abbassarlo verso il basso prima di spostarlo gradualmente di lato e risalire in cima. Continuare così fino a coprire interamente l’albero”. (Continua dopo la foto)







Certo, è naturalmente il suo punto di vista del tutto opinabile e infatti sin da qualche minuto dopo la pubblicazione del posto tantissime le contrarietà riscontrate da alcuni utenti: non tutti infatti la pensano allo stesso modo del designer, anzi c’è chi nutre il sospetto che le luci finirebbero per distribuirsi non in modo uniforme, tra i rami superiori e quelli inferiori. (Continua dopo la foto)




Altri temono invece che si verrebbero a creare delle strisce a zig zag, stile visivamente poco amato dalla gente. Secondo Bilotto “drappeggiare l’albero orizzontalmente potrebbe essere sbagliato”. Ora, inutile dirlo, risulta quasi impossibile dare ragione o torto ad ogni visione di albero rappresentata sopra: ogni punto di vista è del tutto rispettabile e per chi ha sempre fatto in un modo, culturalmente parlando, è complesso cambiare idea e metodo. Da parte nostra, anche se non vorremmo di certo mettervi fretta, dobbiamo specificare che ci siamo quasi: sta per arrivare il periodo più festoso ed emozionante dell’anno e siamo tutti felici di poterci dedicare al nostro albero natalizio. Fuori quindi gli scatoloni riposti in cantina o in solaio dopo l’Epifania e iniziamo la preparazione. (Continua dopo le foto)


 

Perché in fondo fare un albero di Natale può sembrare semplice: qualche sfera qua e là, un po’ di luci colorate, una bella punta e il gioco e fatto… In realtà per realizzare un albero natalizio a regola d’arte ci sono numerosi accorgimenti da seguire, nonché pazienza e tempo a disposizione. E affinché il risultato non sia un’accozzaglia di colori e forme sgraziate e il tutto risulti poco equilibrato, meglio rivolgersi a chi se ne intende davvero, proprio come il sopracitato e interior designer, Francesco Bilotti. Non avrà la stessa nostra visione magari, ma di certo ha avuto il coraggio di proporci la sua. Chapeau.

Ti potrebbe anche interessare: Questo è un albero di Natale vip. In realtà è un’opera d’arte che vale un sacco di soldi. Ma non pensate subito male: la proprietaria (una superstar) ha deciso di metterlo all’asta per beneficenza…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it