“Froc**!” Ecco la reazione di 30 ragazzi gay a un insulto (ancora) troppo diffuso


 

Un pugno in faccia, un insulto che feriva e continua a ferire ma anche un appellativo talmente “sdoganato” da perdere il suo potere offensivo. Il collettivo di videomaker Cut ha chiesto a 30 ragazzi omosessuali che reazione provocava loro la parola “faggot” (“frocio” in italiano). Ecco i loro volti, le loro parole segnate da percorsi, età e vissuti differenti.

Ti potrebbe anche interessare: “Dimostrami di non essere frocio”: dipendente gay costretto dal datore di lavoro a unirsi con una prostituta