“Tutti ma non lei”, bufera sull’abito della donna del momento. “Pensate solo ai soldi, persone come lei vi distruggeranno”, il duro affondo della rete che non perdona i due professionisti: “Vergogna!”. Cosa è successo


 

Mancano solo 16 giorni all’Inauguration Day, quando Donald Trump farà il suo ingresso ufficiale alla Casa Bianca, eppure, lontano dalle stanze dei bottoni, c’è una questione che da qualche giorno tiene banco Oltreoceano. Chi sarà lo stilista che vestirà Melania Trump? Una polemica apparentemente superficiale, ma che serpeggia da qualche mese tra gli addetti ai lavori, visto che sono molti i designer internazionali che hanno deciso di sabotare lo stile dell’ex modella. Dalla stilista francese Sophie Theallet, che ha lanciato un appello ai colleghi invitandoli a non vestire Melania Trump, fino a Tom Ford, uno dei creativi più iconici d’America, che ha rivelato di non avere intenzione di proporre le sue creazioni alla first lady. E poi c’è chi sceglie di andare controcorrente, ringraziando pubblicamente la first lady americana per aver indossato un abito della propria collezione. Come Stefano Gabbana, che qualche giorno fa ha postato sul suo profilo Instagram la foto di Melania con indosso un tubino nero firmato Dolce & Gabbana: “Grazie Melania Trump” ha scritto lo stilista, usando l’hashtag #DGWoman. La first lady per la festa di Capodanno a Palm Beach, in Florida si era infatti presentata con un tubino nero da cocktail impreziosito da due nastri gioiello sulle spalline, realizzato dal duo creativo. (Continua dopo la foto)

 

X un’abito ??? Grazie ok ho sbagliato ho scritto un abito con l’apostrofo!!! ???????????????????

Una foto pubblicata da stefanogabbana (@stefanogabbana) in data: 4 Gen 2017 alle ore 07:20 PST

Un post che in poche ore ha collezionato oltre 1.200 commenti e 13mila like, scatenando al tempo stesso l’ira di molti utenti. Alcuni hanno definito lo stilista un “ignorante”, altri non hanno usato mezzi termini: “Davvero avete scelto di vestire Melania Trump? – scrive qualcuno – Mi risulta che i princìpi del marito siano quasi del tutto incompatibili con i vostri”. Un commento cui fa eco quello di un altro utente: “Tutti ma non lei”. E ancora: “Stefano dovresti sapere che le nostre elezioni hanno diviso il paese – si legge sotto il post – Molti gay, donne e altre minoranze temono la legislatura che spazzerà via le nostre libertà”.

(Continua dopo la foto)

 

X 1 dress ?? thank you!!!

Una foto pubblicata da stefanogabbana (@stefanogabbana) in data: 4 Gen 2017 alle ore 07:18 PST

 

“Per fortuna ho smesso di comprare D&G tanti anni fa” commenta stizzito qualcun altro, mentre c’è anche chi prende le parti dello stilista: “Ma cosa c’entra la politica con la moda??? – si legge ancora – È solo una donna che ha scelto un abito meraviglioso, come tutta la collezione D&G”. “Sei un grandissimo uomo e un grandissimo stilista @stefanogabbana – scrive un altro – lascia perdere chi ti critica in modo meschino”. Non è la prima volta, tuttavia, che Melania Trump indossa un abito Dolce & Gabbana.

(Continua dopo la foto)

 

X 1 dress ??? thank u

Una foto pubblicata da stefanogabbana (@stefanogabbana) in data: 4 Gen 2017 alle ore 07:19 PST

In passato, ricorda ‘Wwd’, la first lady ha scelto diverse creazioni dei due stilisti e come per la maggior parte dei capi appesi nel suo guardaroba, è sempre Melania ad acquistare personalmente i propri vestiti. Nota per non essere una nazionalista quando si tratta di moda, la first lady ama sfoggiare sia etichette americane sia europee. Alcuni dei suoi outfit sono stati acquistati online, come il cappotto di lana da quasi 4mila dollari di Balmain, acquistato per l’Election Day su Net-à-Porter. E mentre il post di Stefano Gabbana non smettere di animare gli internauti, c’è già chi si domanda se ora, a poche settimane dall’inaugurazione, Melania non scelga proprio di indossare una creazione dei due stilisti italiani.

Ti potrebbe anche interessare: “La vittoria di Trump? Ecco cosa sta per succedere”. Le sue profezie hanno terrorizzato il mondo, anticipando tragedie come l’11 settembre. Ora le sinistre parole della veggente Baba Vanga ci dicono cosa succederà