Eliminare la condensa dalle finestre: 5 trucchetti per risolvere il problema (e prevenirlo)


È uno degli incubi casalinghi, soprattutto nei mesi invernali: la condensa sulle finestre e sui vetri. Sono le stanze più umide di casa a soffrirne di più: bagno, cucina, cantina e lavanderia. Combatterla è fondamentale perché dalla condensa allo sviluppo delle muffe il passo è breve. Come fare quindi? Ecco 5 trucchetti facili da seguire ma davvero efficaci.

1) Aprire le finestre

Anche se d’inverno sembra sempre un delitto farlo, spalancare le finestre rimane una buona abitudine per tutto l’anno. Se dopo la doccia o dopo aver cucinato compare la condensa sulle finestre, aprite i vetri e lasciate circolare l’aria il più possibile.

2) Asciugare con un panno in microfibra

Dopo aver aperto le finestre, asciugate la condensa residua con un panno in microfibra, o comunque un panno assorbente (nel segno del rispetto dell’ambiente, evitate quelli monouso che gettereste subito dopo l’utilizzo tra i rifiuti).

 

(Continua dopo la foto)



3) Sì al deumidificatore

Se il problema della condensa è molto diffuso in casa vostra, allora dovete optare per un deumidificatore. Ne esistono di elettrici ma anche fai-da-te. Sarebbe bene evitare di stendere i panni in casa, ma se non avete alternative almeno utilizzate un deumidificatore nella stanza in cui lo fate.

4) Utilizzate ventole e cappe aspiranti

Se il problema è in cucina ma non volete aprire la finestra per il freddo, utilizzate la cappa aspirante e poi areate comunque la stanza. Nei bagni che sono dotati soltanto di una piccola finestra meglio installare una ventola di aspirazione.

5) Sì a infissi con doppi vetri

Sostituite i vecchi con nuovi infissi dotati di doppi vetri: sono una delle soluzioni migliori sia per isolare meglio le abitazioni sia per risparmiare energia.

Ti potrebbe interessare anche: Eliminare la muffa e l’umidità dai muri in modo naturale (e senza spendere un euro): i 3 metodi più efficaci