Diventare adulti senza invecchiare? Si può. Ecco qual è il vero elisir di eterna giovinezza (se lo dice la scienza…)


 

Troveremo mai la fonte dell’eterna giovinezza? Forse, con questa nuova scoperta, ci stiamo andando vicini. Gli scienziati della School of Medicine di Yale sembrano aver trovato la chiave per espandere la durata della vita del 40%. Davvero?

(Continua a leggere dopo la foto)



Gli scienziati di cui sopra hanno scoperto che, incrementando i livelli di un certo ormone, conosciuto come FGF21, il sistema immunitario resta protetto dalla degenerazione che, col tempo, arriverebbe normalmente. Questo, ovviamente, avrebbe implicazioni fondamentali sulla cura di obesità, cancro, diabete di tipo 2 e delle varie patologie legate alla vecchiaia. Quando funziona normalmente, il timo, produce nuove cellule per il sistema immunitario. Ma con il tempo la stessa ghiandola perde la sua capacità di produtte cellule vitali. Così, con il passare del tempo, diminuiscono le cellule prodotte dal timo e la stretta conseguenza è l’aumento di infezioni e la proliferazione di cellule cancerose. I ricercatori di Yale, guidati da Vishwa Deep Dixit, per la loro sperimentazione, si sono concentrati sui topi trangenici con alti livelli di ormone FGF21, quello che induce la perdita di peso. Hanno provveduto a bloccare la funzione del gene prima di studiare l’impatto dei diminuiti livelli di quell’ormone in tutto il sistema immunitario. I loro risultati hanno mostrato che aumentando i livelli dell’ormone di cui sopra, la ghiandola timo non si degenerava e quindi continuava a produrre nuove cellule vitali. Nello stesso tempo si sono accorti che, quando i livelli dell’ormone FGF21 diminuivano, la degenerazione del timo accelerava. ‘’Alti livelli di FGF21 nei più anziani o nei pazienti malati di cancro fanno sì che aumenti la produzione di cellule vitali che fortificano il sistema immunitario’’ ha detto il professor Dixit. Tutto questo potrebbe avere implicazioni fondamentali nella cura di obesità e diabete di tipo 2. Per questo il professor Dixit ha promesso che le prossime sperimentazioni si occuperanno di studiare come l’ormone FGF21 protegge il timo dalla degenerazione e se l’aumento dei livelli dello stesso ormone (sintetizzato) possano realmente allungare l’età media e ridurre il rischio di quelle malattie tipiche dell’età avanzata. 

Leggi anche: Altro che eterna giovinezza, ora si parla di immortalità. Grazie a un computer…