“È morto un genio”. Addio a una delle menti più brillanti del nostro tempo. Con il suo grande lavoro e il suo humor ha ispirato milioni di persone e ha fatto la storia


 

“Siamo profondamente addolorati nell’annunciare che nostro padre è morto. É stato un grande e un uomo straordinario il cui lavoro continuerà a vivere per anni. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo brillante humor, hanno ispirato molti nel mondo”. Così i figli Lucy, Robert e Tim hanno annunciato la morte dello scienziato Stephen Hawking. Hawking soffriva di sclerosi laterale amiotrofica che lo ha costretto sulla sedia a rotelle per la maggior parte della sua vita da adulto: la malattia gli era stata infatti diagnosticata all’età di 21 anni. Professore dell’Università di Cambridge, Hawking ha ridefinito la cosmologia proponendo l’idea che i buchi neri emettono radiazioni e poi evaporano. Hawking non è stato solo un grande fisico, matematico, cosmologo e astrofisico. É un’icona. La sua vita e la sua carriera hanno ispirato film per la tv e il cinema, compreso “La Teoria del tutto” diretto da James Marsh, adattamento della biografia scritta dalla ex moglie e madre dei suoi 3 figli Jane Wild Hawking. Lo scienziato era nato a Oxford l’8 gennaio del 1942. Hawking era famoso oltre che per il suo lavoro nel campo dell’astrofisica, anche per le sue pungenti battute. (Continua a leggere dopo la foto)

 







“La vita sarebbe tragica se non fosse divertente.” “il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza”, sono solo alcune delle frasi che restano nella memoria. Il suo libro “Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo”, pubblicato nel 1988, gli ha assicurato fama mondiale, con 10 milioni di copie vendute in 40 diverse lingue. Vincolato all’immobilità dagli anni ottanta a causa di una malattia del motoneurone, diagnosticatagli già nel 1963 (con probabilità una forma a lenta progressione di sclerosi laterale amiotrofica) Hawking era costretto a comunicare con un sintetizzatore vocale. Ciononostante, la sua immagine pubblica, mediata da numerose apparizioni in documentari e trasmissioni televisive, è divenuta una delle icone popolari della scienza moderna. ”Anche se il mio futuro era nebuloso, ho scoperto, con mia sorpresa, che mi stavo godendo la vita più di prima. Ho iniziato a fare progressi con la mia ricerca – ha detto una volta – Il mio obiettivo è semplice. È una completa comprensione dell’universo, perché è così com’è e perché esiste”. (Continua a leggere dopo le foto)






Stephne Hawking con il cast della serie tv ”The big bang theory”



Professor Stephen Hawking & wife Jane (DIVORCED) with children Robert, Lucy & Tim.

 

Nella vita privata Hawking sposò la sua fidanzata del college, Jane Wilde, nel 1965, due anni dopo la sua diagnosi. Nel 1985, durante un viaggio al Cern, Hawking fu portato in ospedale con un’infezione. Era così malato che i medici chiesero a Jane se avessero dovuto spegnere l’alimentazione. Lei rifiutò e Hawking fu trasportato all’ospedale Addenbrooke di Cambridge per una tracheotomia. L’operazione gli ha salvato la vita ma ha distrutto la sua voce. La coppia ebbe tre figli, ma il matrimonio si interruppe nel 1991. Quattro anni dopo, Hawking sposò Elaine Mason, una delle infermiere impiegate per dargli cura 24 ore su 24. Il matrimonio è durato 11 anni.

Paura per Stephen Hawking. “Aveva appena incontrato Papa Francesco”, ecco cosa è successo all’astrofisico affetto da Sla. Apprensione da tutto il mondo scientifico

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it