Segnatevi questa data: 28 settembre. Tutti gli occhi dovranno essere puntati al cielo, dove ci sarà uno spettacolo imperdibile (che secondo alcuni significa qualcosa di grosso)


 

Luna rossa o luna di sangue, scegliete voi. Buono o cattivo auspicio, fate altrettanto. Di sicuro c’è che, nuvole permettendo, il 28 settembre poco dopo le 2 ci aspetta uno spettacolo fuori dal comune. Un orario da vampiri, ma che merita la levataccia. ed il perché è presto detto: la luna apparirà più grande del solito mentre si ‘immergerà’ nell’ombra creata dal nostro pianeta colorandosi di una tinta ambrata, caratteristica dell’eclissi lunare. L’eclissi avverrà quasi in coincidenza con i perigeo del nostro satellite, quando la Luna cioè si troverà nel punto più vicino al nostro pianeta: poco meno di 367mila chilometri. Per chi vorrà osservare e fotografare il fenomeno che sarà visibile da tutta Italia, basterà tenere d’occhio la Luna dalle 2:11 del mattino del 28 settembre. Da quando, cioè, entrerà nella zona di penombra. Dalle 3:07 comincerà a entrare invece nella zona d’ombra mentre il momento clou, la totalità (tutta la Luna nella zona d’ombra) inizierà a partire dalle 4:07 fino alle 5:23. Il tutto si concluderà alle 7:23, quando la Luna sarà prossima all’orizzonte (e in alcune parti d’Italia sarà appena tramontata). Il Virtual telescope project dell’osservatorio di Ceccano, in provincia di Frosinone, trasmetterà l’evento in diretta streaming. 



Ti potrebbe interessare anche: ”Luna di sangue”, normale fenomeno scientifico o presagio di sventura? E c’è già chi si prepara al peggio…