Che fastidio riascoltare la propria voce, ecco perché sembra sempre orribile


 

Avete mai ascoltato la vostra voce registrata e avete avuto l’impressione “questo non sono io?” Non siete gli unici è c’è una spiegazione scientifica: il suono viene percepito attraverso canali diversi.

(continua dopo la foto)








Quando sentiamo parlare qualcuno o ascoltiamo la nostra voce registrata, i suoni arrivano attraverso l’aria, grazie alla conduzione aerea; le parole arrivano prima all’orecchio esterno, poi ai timpani facendoli vibrare e, infine all’orecchio interno dove arrivano dritte al cervello. Al contrario, mentre parliamo i suoni rimangono al nostro interno e viaggiano attraverso la conduzione ossea, i suoni sono quindi distorti e risultano differenti. Il fatto è che, grazie alla conduzione ossea le basse frequenze passano in modo più efficace e la nostra voce ci risulta più piacevole.

Potrebbe interessarti anche: Come parlare con gli alieni? La Nasa si interroga

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it