Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Primo caso di infezione da West Nile Virus in Italia

“Primo caso in Italia”. West Nile, un italiano contagiato dal virus africano: punto da una zanzara

  • Salute

Il primo caso di infezione da West Nile Virus in Italia è stato registrato a Modena. Precisamente nell’ospedale di Baggiovara. Qui, un uomo di 75 anni è stato ricoverato dopo aver presentato i sintomi proprio del virus scoperto per la prima volta in Uganda. A darne notizia è l’Iss, ovvero l’Istituto superiore di sanità. Nell’ultimo bollettino relativo ai risultati dell’attività di sorveglianza integrata del West Nile (Wnv) e Usutu virus, si fa presente che il contagiato è una persona di 75 anni, attualmente ricoverata in Neurologia all’ospedale civile di Baggiovara.

Più precisamente nella Struttura complessa di Neurologia dell’Ospedale civile di Baggiovara. Sembra che il paziente stia rispondendo positivamente alle terapie. Lo ha fatto sapere la struttura. Entrato in ospedale nella notte tra martedì e mercoledì, l’uomo è stato sottoposto a rachicentesi, cioè la puntura lombare. Il liquido prelevato è stato inviato al Centro di riferimento regionale per le emergenze microbiologiche, che ne ha confermato la positività al virus. Come specificato dalla struttura, la prognosi, a oggi, resta riservata, ma il 75enne sta eseguendo le terapie e sta rispondendo in modo adeguato.

Primo caso di infezione da West Nile Virus in Italia


Primo caso di infezione da West Nile Virus in Italia: cosa succede

Non è finita: il caso “si è manifestato nella forma neuro-invasiva in Veneto, nella provincia di Padova”, prosegue l’Iss. Nello stesso periodo non sono stati segnalati casi confermati di Usutu virus. “Al 6 luglio 2022 – informa l’ISS – negli Stati membri dell’Ue non sono stati segnalati casi umani di Wnd. Nessun caso neanche dai Paesi limitrofi”.

Primo caso di infezione da West Nile Virus in Italia

Naturalmente la sorveglianza veterinaria attuata nel nostro Paese su cavalli, zanzare, uccelli stanziali e selvatici “ha confermato la circolazione del West Nile Virus in Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Sardegna”, rileva l’ISS nel bollettino. Ma come ci si infetta dal virus West Nile? Facile, l’uomo si infetta attraverso la puntura di zanzara.

Primo caso di infezione da West Nile Virus in Italia

È proprio l’insetto la causa dell’infezione che solitamente decorre in maniera asintomatica, ma in certi casi può sviluppare la malattia con sintomi simili alla sindrome influenzale, che si possono protrarre per alcuni giorni. In persone debilitate, la malattia può arrivare a sviluppare gravi forme neurologiche che richiedono il ricovero ospedaliero.

“È morta”. Virus killer, un’altra vittima si aggiunge all’elenco. Adesso è allarme


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004