Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Ormai è ufficiale: l’aria di città invecchia la pelle. Ecco come

Si stava meglio quando si stava peggio: è proprio il caso di dirlo. Un esempio: le nostre città hanno tutto quello che ci serve e di più. Noi abbiamo scooter e automobili, ci spostiamo facilmente e via dicendo. Tutto questo però comporta inquinamento. E l’inquinamento fa male. In più invecchia la pelle, è quanto emerso dallo studio di Wei Liu, dermatologo del China Air Force General Hospital di Pechino che ha voluto riscontrare quanto effettivamente l’inquinamento atmosferico sia in grado di accelerare l’invecchiamento dell’epidermide e quanto invece vivere in campagna contribuisca al benessere della pelle.

(Continua a leggere dopo la foto)


Dallo studio del dermatologo, è emerso che le signore di città, anche se sono meno esposte ai raggi del sole (anche loro invecchiano la pelle) hanno un aspetto più vecchio rispetto a donne che vivono in campagna e che hanno la stessa età. Nello specifico, il tasso di invecchiamento della loro pelle viaggia a una velocità superiore del 10 per cento rispetto alle signore di campagna. L’équipe di Pechino ha individuato ben 224 componenti chimici presenti nell’inquinamento urbano che fanno male alla pelle. Che cosa provocano? Infiammazioni ma anche barriere, fanno diminuire l’elasticità, ostacolano l’ossigenazione cutanea e alterano la composizione della cute e dello strato che serve da scudo protettivo. Cosa fare se non ci si può trasferire in campagna? Smettere di fumare, tanto per cominciare. Poi andare in campagna più spesso e usare creme idratanti che abbiano la protezione. 


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004