miocardite sintomi cosa è perché

Miocardite: cosa è, cause, sintomi, diagnosi, cure, bambini. Perché oggi se ne parla tanto

La miocardite è un’infiammazione del muscolo cardiaco, ovvero del cuore. Genericamente è associata a infezioni virali, batteriche o fungine (o micotiche). Si tratta di una malattia dalla quale è possibile guarire completamente, senza conseguenze per il cuore. In alcuni casi, però, superata la fase acuta, ci possono essere danni permanenti con compromissione della funzione cardiaca e conseguente scompenso cardiocircolatorio cronico.

Quando il cuore viene colpito da un’infezione, l’agente infettivo distrugge le cellule muscolari delle sue pareti. Allo stesso tempo le cellule del sistema immunitario, che dovrebbero combattere l’infezione, possono danneggiare a loro volta il muscolo cardiaco. In questo caso, piuttosto raro, le pareti del cuore diventano più spesse e si indeboliscono, provocando così uno scompenso cardiaco. La prognosi varia a seconda della causa dell’infezione e dello stato generale di salute di chi è stato colpito.

vaccino miocardite sintomi incidenza

In genere a provocare l’infezione sono virus (ad esempio quello dell’epatite C, Herpes, Hiv), alcuni batteri (come Micoplasma o Streptococco) oppure alcuni funghi (come Aspergillus, Candida o Criptococco). Altre possibili cause sono le reazioni allergiche a farmaci o sostanze tossiche come alcol, cocaina, metalli pesanti o catecolammine. Infine la miocardite può avere origine da malattie autoimmuni o genericamente infiammatorie come l’artrite reumatoide, Les o sarcoidosi).


vaccino miocardite sintomi incidenza

Quali sono i sintomi della miocardite? In alcuni casi l’infiammazione del cuore è asintomatica, in altri i sintomi sono simili a quelli dell’influenza. Tra i sintomi più comuni ci sono le palpitazioni, motivate da aritmie che possono anche essere maligne. Poi dolori al petto, affaticamento e mancanza di respiro. I pazienti possono inoltre riferire di svenimenti, riduzione della quantità di urine e gonfiore agli arti inferiori. Possono inoltre presentarsi febbre, mal di testa, dolori muscolari e articolari.

Negli ultimi tempi si parla molto di miocardite perché è uno dei rarissimi effetti collaterali del vaccino a mRna, quindi Pfizer e Moderna. Un report israeliano ha riferito di 60 casi con una frequenza di 1 su 6000. L’Ema ha segnalato 107 casi, dopo Pfizer, 1 caso su 175mila dosi. Più esposti in particolare sono i ragazzi sotto i 30 anni di sesso maschile.

Resta però difficile stabilire un collegamento diretto e certo con la vaccinazione anti-Covid. Va inoltre ricordato che le persone colpite da miocardite dopo vaccino sono stati ricoverati per due giorni in ospedale e poi dimessi. Sulle possibilità di rischio gli esperti, dopo recenti studi pubblicati sulla rivista statunitense Jama, affermano: “Se le persone sono preoccupate per questi effetti avversi dopo la vaccinazione allora non dovrebbero uscire di casa a causa del rischio di essere colpiti da un fulmine”.

Pubblicato il alle ore 11:07 Ultima modifica il alle ore 11:07