Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
sciroppi tosse ritiro mercato

Sciroppi per la tosse ritirati, provvedimento ufficiale e motivi: quali sono

  • Salute

Sciroppi per la tosse ritirati dal mercato. È il periodo dell’anno in cui influenza e raffreddore colpiscono duro con oltre un milione di casi registrati negli ultimi mesi, quelli più freddi appunto. Michele Conversano, direttore del dipartimento di prevenzione della Asl tarantina, ha lanciato l’allarme su Repubblica: “Siamo preoccupati perché dopo due anni di misure di contenimento e di distanziamento ci siamo tolti le mascherine e abbiamo abbassato l’attenzione sull’igiene. Quindi, siamo più esposti”.

Oltretutto si teme l’effetto combinato di influenza, Covid e virus respiratorio sinciziale con quest’ultimo che colpisce in particolar modo i bambini. Adesso, purtroppo, arriva un’altra brutta notizia. L’Ema, l’agenzia europea per i medicinali, ha diffuso una nota in cui raccomanda di revocare dal mercato alcuni farmaci. Si tratta di medicinali utilizzati contro tosse, raffreddore e influenza che contengono un principio attivo in particolare.

Leggi anche: Influenza: sintomi e come colpisce. Pregliasco spiega tutto

sciroppi tosse ritiro mercato


L’Ema ritira dal mercato medicinali contenenti folcodina

L’agenzia europea per i medicinali ha disposto il ritiro dal mercato in tutta l’Unione Europea dei farmaci contenenti il principio attivo della folcodina. Sono infatti emersi dei problemi di salute in chi li ha assunti. È stato il comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) a lanciare l’allarme. È infatti emerso il pericolo di reazioni allergiche.

sciroppi tosse ritiro mercato

Secondo lo studio l’uso di folcodina fino a 12 mesi prima di chi dovrà sottoporsi ad anestesia può portare a reazioni allergiche pericolose per la vita. Per tale ragione l’Ema ha deciso il ritiro immediato di quei medicinali che contengono questo principio attivo. Oltre al ritiro dal mercato l’agenzia ha invitato gli operatori sanitari a interrompere anche la prescrizione del trattamento con folcodina per medicinali simili.

L’Ema ha invitato i medici a chiedere ai pazienti se hanno usato la sostanza negli ultimi 12 mesi. La folcodina è un oppioide usato fin dagli anni 50 su adulti e bambini per trattare la tosse secca. Il principio agisce direttamente sul cervello riducendo i segnali nervosi inviati dai muscoli interessati dalla tosse. Viene venduta sotto forma di sciroppi o soluzioni orali. È commercializzata in Belgio, Croazia, Francia, Irlanda, Lituania, Lussemburgo e Slovenia con i nomi Dimetane, Biocalyptol e Broncalene.

“Neanche per mia figlia”. Dopo la bufera, Giorgia Meloni costretta a spiegare tutto


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004