L’orgasmo femminile, questo sconosciuto! È solo piacere ma, allora, a cosa serve in natura? La risposta (scientifica) di un gruppo di esperti vi lascerà davvero a bocca aperta. Siamo sicuri che penserete a questa cosa la prossima volta che…

L’orgasmo femminile, che non svolge alcun ruolo evidente nella riproduzione umana, ha incuriosito gli scienziati fin dai tempi di Aristotele. Numerose teorie hanno cercato di spiegare le origini del piacere delle donne, concentrandosi però, per la maggior parte, sul suo ruolo biologico. Ora gli studiosi di Yale e dell’ospedale pediatrico di Cincinnati forniscono nuove intuizioni sul tema, esaminando l’orgasmo nell’evoluzione di specie viventi diverse.

Il loro studio appare sulla rivista ‘Jez-Molecular and Developmental Evolution’. Il team di esperti propone dunque una teoria evoluzionistica, piuttosto che biologica: l’orgasmo femminile umano aveva la funzione ancestrale di indurre l’ovulazione. Dal momento che non c’è alcuna associazione tra l’orgasmo e il numero di figli o il successo della riproduzione negli esseri umani, gli scienziati si sono concentrati su uno specifico tratto fisiologico che accompagna il piacere femminile umano: la scarica neuro-endocrino di prolattina e ossitocina .

(continua dopo la foto)


{loadposition intext}

Mettendolo a confronto con quanto accade in altri mammiferi placentari. Hanno scoperto che questo stesso flusso ormonale in molti animali gioca un ruolo importante nell’ovulazione. E nonostante l’enorme diversità della biologia riproduttiva dei mammiferi, alcune caratteristiche fondamentali possono essere rintracciate nel corso dell’evoluzione di alcuni di questi. Il ciclo delle donne, per esempio, non dipende dall’attività sessuale.

(continua dopo la foto)

Tuttavia, in altre specie di mammiferi, l’ovulazione è indotta dai maschi e l’analisi degli scienziati mostra che anche l’ovulazione femminile umana, un tempo, era probabilmente provocata dal rapporto sessuale con l’uomo mentre poi, con l’evoluzione, questo non si è più reso necessario. Insomma, gli scienziati suggeriscono che l’orgasmo femminile si sia evoluto come ‘riflesso’ che, ancestralmente, induceva l’ovulazione, diventando poi superfluo con il passare dei millenni.

Caffeina news by AdnKronos

(www.adnkronos.com)

Ti potrebbe anche interessare: ”È come avere un orgasmo ma molto meglio del sesso”. 33 anni e per la prima volta in dolce attesa, da quando è rimasta incinta non riesce proprio a farne a meno. Una voglia irrefrenabile che si vergognava di confessare anche al futuro papà…

Pubblicato il alle ore 13:40 Ultima modifica il alle ore 11:32