Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Il ministero della Salute ha ritirato un lotto di gelati

Gelato confezionato ritirato da supermercati e negozi. Marca e lotto e motivi del richiamo

  • Salute

Il ministero della Salute ha ritirato un lotto di gelati. A comunicarlo è l’ente e la stessa azienda produttrice: la Decò. Si tratta di alcuni lotti di gelato lemon stecchi con bastoncini alla liquirizia a marchio Decò per etichettatura non conforme: “indicata dicitura errata ‘senza glutine’” quando invece “il prodotto include ingrediente contente glutine (farina di frumento)”.

Da quello che è stato divulgato, sembra che il gelato in questione è venduto in confezioni da 6×80 grammi (480 grammi), con i numeri di lotto LTE2186, LTE 2192, LTE2193, LTE2200 e LTE 2201 e la data di scadenza 05/2024. Il gelato richiamato è stato prodotto per Decò Italia Scarl dall’azienda Eskigel Srl nello stabilimento di Via Vanzeti, 11 a Terni. L’azienda, a scopo precauzionale, raccomanda alle persone celiache o che soffrono di intolleranza al glutine non celiaca di non consumare il prodotto con i numeri di lotto segnalati e di restituirlo al punto vendita d’acquisto.

Il ministero della Salute ha ritirato un lotto di gelati


Il ministero della Salute ha ritirato un lotto di gelati

C’è da dire che il consumo del gelato interessato non comporta rischi per le persone che non sono celiache o intolleranti al glutine. Tuttavia per sicurezza sarebbe meglio non rischiare, soprattutto per chi ha intolleranze. Sempre il Ministero della Salute ha segnalato il richiamo da parte del produttore del cocktail Mai Tai in busta a marchio Nio Cocktails. Il motivo è la “presenza di mandorle” non dichiarate in etichetta nello sciroppo d’orzata.

Il ministero della Salute ha ritirato un lotto di gelati

Il prodotto in questione è venduto in confezioni da 100 ml ciascuna. Non sono indicati numeri di lotto o scadenze. Il cocktail Mai Tai richiamato è stato prodotto dall’azienda Nio Cocktails Srl nello stabilimento di via Castellazzo 1/A, a Cambiago, nella città metropolitana di Milano.

La stessa azienda raccomanda alle persone allergiche alle mandorle o alla frutta secca in guscio di non consumare il prodotto segnalato e restituirlo al punto vendita d’acquisto per il rimborso o la sostituzione. Il consumo del cocktail Mai Tai in questione non comporta rischi per le persone che non sono allergiche alla frutta secca in guscio.

“Primo caso in Italia”. West Nile, un italiano contagiato dal virus africano: punto da una zanzara


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004